Bolsonaro ha febbre e altri sintomi Covid: sottoposto a tampone. Sta prendendo l’idrossiclorochina

07/07/2020 di Enzo Boldi

Jair Bolsonaro

A differenza di quanto accaduto qualche mese fa, l’informazione arriva dal diretto interessato. Ieri, lunedì 6 luglio, Jair Bolsonaro è stato sottoposto ai test per verificare l’eventuale contagio da Coronavirus dopo aver palesato i classici sintomi dell’infezione. Il presidente del Brasile, infatti, ha un persistente rialzo febbrile sopra i 38°, alcuni problemi respiratori e una saturazione di ossigeno nel sangue pari al 96% (uno degli indicatori che evidenziano problematiche legate alla Covid). In attesa del risultato del tampone, ha annunciato di assumere l’idrossiclorochina (dichiarata più dannosa che efficace dall’Oms dopo studi medici pubblicati da Lancet)

LEGGI ANCHE > I giudici brasiliani hanno deciso che Bolsonaro può partecipare a eventi pubblici senza mascherina

A riportare le parole di Jair Bolsonaro è stata la Cnn Brasil e la notizia è stata ripresa anche dai principali quotidiani brasiliani. Il Presidente del Brasile avrebbe iniziato ad accusare i primi sintomi tra la serata di domenica e la giornata di lunedì. Prima qualche difficoltà respiratoria (non grave), poi la febbre che si mantiene stabile sopra i 38° gradi. Insomma, sintomatologia che – in periodo di pandemia – è stata subito ricondotta a un’infezione da Covid.

Jair Bolsonaro e i sintomo da contagio Covid

Lo stesso Bolsonaro ha detto di essersi anche sottoposto a una lastra ai polmoni che, però, non avrebbe dato evidenza di problemi. Dunque, per il momento, si attende solamente il risultato del tampone effettuato nel corso della giornata di ieri. L’esito dovrebbe arrivare al massimo entro la mattina di mercoledì. Nel frattempo, però, l’allarme Coronavirus non si placa in Brasile, dove i numeri della pandemia continuano a essere molto elevati.

Gli appuntamenti annullati

Per colpa di questi sintomi, per il momento l’agenda di Jair Bolsonaro è stata sospesa. Gli incontri che il presidente brasiliano avrebbe dovuto avere in questa settimana sono stati sospesi, in attesa della conferma – o smentita – del contagio con il risultato del tampone. Sui social network, intanto, è già partita la gogna mediatica nei confronti del presidente brasiliano: in tanti augurano al numero uno del Paese sudamericano (che ha registrato 65mila vittime a causa del coronavirus) di aver contratto la malattia.

Mentre i media brasiliani hanno diffuso una fotografia in cui Bolsonaro si mostra nella residenza dell’ambasciatore Usa Todd, il giorno del 4 luglio, festa dell’Indipendenza per gli Stati Uniti. Secondo alcuni, potrebbe essere stata quella l’occasione di un possibile contagio per il presidente brasiliano.

(foto di copertina: da pagina Facebook di Jair Bolsonaro)

Share this article