Disney + spiega la rimozione di Mamma ho perso l’aereo e altri titoli dal catalogo

di Thomas Cardinali | 03/01/2020

Il 2019 è stato l’anno dell’avvento di Disney +, che è stato anche l’argomento più cercato sui motori di ricerca, in attesa di sbarcare in tutto il mondo nel corso del 2020. L’arrivo di Disney +, dopo l’acquisizione di Fox da parte della Casa di Topolino, ha permesso di regalare agli utenti un catalogo ampissimo di titoli contenenti grandi prodotti: i classici d’animazione, i film Marvel, la saga di Star Wars e blockbuster come Avatar.

Gli utenti Disney+ hanno però trovato una sgradita sorpresa proprio sul finire del 2019, con alcuni dei titoli più amati che sono scomparsi dal catalogo: tra questi ci sono Dr. Dolittle, Mamma ho perso l’aereo, Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York e Pirati dei Caraibi. Le motivazioni sono state rese note da un portavoce di Disney+ a Gizmodo: 

“Un piccolo numero di titoli ha lasciato la piattaforma per questioni relative ad accordi ereditati. Tuttavia, tutti i titoli che sono usciti dal catalogo torneranno disponibili sulla piattaforma non appena scadranno le licenze”.

Quindi soltanto un problema di licenze quelli che ha portato alla perdita momentanea di grandi classici come “Mamma ho perso l’aereo”. Questo era un timore presente già prima del lancio del servizio, anche perché il problema delle licenze è standard per aziende che operano nello streaming  come Netflix, che proprio ieri negli USA ha perso dal proprio catalogo Friends.

La differenza è che Disney + offrirà tutti titolo di cui Disney è proprietaria, pertanto dopo questa prima fase di rodaggio non ci saranno problemi come accade per i suoi competitor. Anzi, i titoli Fox e delle altre property diventeranno col tempo una esclusiva di Disney + offrendo un vantaggio non da poco con la concorrenza. Anche per il prezzo, di 6,99 dollari al mese negli USA a portata di tutti.

Il lancio di Disney + in Italia è previsto per il 31 marzo 2020.

TAG: Disney