Salvini contro i Casamonica, visita alla villa confiscata. «Sarà proprietà dei cittadini»

di Redazione | 21/06/2018

salvini

Matteo Salvini all’attacco dei Casamonica dopo l’invito ricevuto dalla famiglia sinti a «rigar dritto». Il vicepremier e ministro dell’Interno ha visitato oggi la villa sequestrata al clan romano. L’annuncio è arrivato in mattinata, con un post su Facebook. «Villone sequestrato ormai 4 anni fa a Roma al clan dei Casamonica – ha scritto il leader della Lega – (quelli che mi hanno invitato a ‘rigare dritto’…) che oggi visiterò e farò di tutto per restituire ai cittadini il prima possibile. Il mio impegno a fare la guerra a tutte le mafie sarà totale, per riconsegnare alla legalità i circa 15mila beni sequestrati tra i quali immobili, aziende, ristoranti, auto, negozi e molto altro».  Il tutto accompagnato dall’hashtag #lamafiamifaschifo.

La visita di Salvini alla villa confiscata ai Casamonica alla Romanina

I Casamonica sono una famiglia di nomadi italiani di origini abruzzesi. Nei giorni scorsi esponenti della famiglia avevano replicato al ministro dell’Interno, dopo l’annuncio di voler procedere ad un censimento dei nomadi, ricordando «di essere italiani: può dire ciò che vuole».

«Io, felice per i comitati che non hanno più paura»

«Sono onorato di essere qui – ha poi detto Salvini arrivando alla villa confiscata alla Romanina -, felice di essere in compagnia del presidente della Regione, che ci siano i comitati dei cittadini che finalmente non hanno più paura di farsi vedere. È l’inizio di un percorso da ministro. Conto di aiutare l’agenzia per i beni confiscati e sequestrati aggiungendo personale e soldi». «Questo posto – ha proseguito il ministro – è un simbolo lo abbiamo scelto in maniera totalmente slegata dalle minacce o pseudo minacce di qualche Casamonica nei miei confronti che non mi fanno né caldo né freddo».

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)