Nina Moric
|

Nina Moric spiega la sua mancata candidatura con CasaPound

Nina Moric non è una delle candidate di CasaPound alle elezioni politiche del 4 marzo. La showgirl croata, che ha acquisito la cittadinanza italiana, aveva dichiarato un anno fa di volersi candidare prima come capo politico, ovvero alla presidenza del Consiglio, per il movimento di estrema destra, e poi come capolista in diversi collegi dell’allora Italicum ritagliato dalla Corte costituzionale.

Nina Moric spiega la sua mancata candidatura con CasaPound

Quando CasaPound ha depositato le liste definitive per le elezioni nazionali il suo nome però non c’era. Nina Moric ha spiegato a Libero i motivi della sua rinuncia. «Non ambisco a una poltrona, né ad avere soldi pubblici. Ho già un lavoro e con uno shooting fotografico di qualche ora guadagno quanto un parlamentare in un mese. E poi in CasaPound ci sono persone, più o meno giovani, che hanno meritato più di quanto merito io, si dedicano alla politica da anni. Io mi limito ad appoggiare CasaPound, a ti fare per per loro, li voterò perché grazie a loro sto imparando molto. Ma ho preferito fare un passo indietro. Io la poltrona non la voglio».

LEGGI ANCHE > GIANFRANCO CORSI, COME È STATO INDIVIDUATO L’AUTORE DEL VIOLENTO POST CONTRO LA BOLDRINI (E PERCHÉ QUESTA COSA NON È SERVITA A NULLA)

 

Il fidanzato di Nina Moric, Luigi Favoloso, è candidato di CasaPound nel collegio uninominale di Milano, dove sfiderà, tra gli altri, la presidente della Camera Laura Boldrini. La fidanzata di Favoloso ironizza sul fatto che l’appello di Laura Boldrini contro di lui lo favorirà. L’intervista a Libero è caratterizzata da una lunga digressione sulla Siria, un paese che sta molto a cuore a Nina Moric, che l’ha appena visitato grazie a un sacerdote con cui è stata messa in contatto dai salesiani, l’ordine fondato da san Giovanni Bosco. A Libero la showgirl croata spiega di essersi riavvicinata alla fede cattolica, tanto che quando era a Damasco andava ogni giorno a messa. La Siria ha portato Nina Moric a riacquisire, che rimarca di aver iniziato il 2018 tornado a fare la comunione.

Foto copertina: ANSA/ANGELO CARCONI