L’ultimo bluff del papà dei gemellini uccisi: i messaggi alla moglie per pianificare le vacanze dei figli

di Gianmichele Laino | 29/06/2020

Mario Bressi

Una domanda ha fatto breccia nell’opinione pubblica in merito al delitto di Margno. Ci si poteva fidare di Mario Bressi – l’uomo di 45 anni che ha ucciso i suoi due gemellini Diego ed Elena, 12 anni, e che poi si è tolto la vita – tanto da lasciarlo solo con i figli in una mezza settimana di vacanza in montagna? La verità è che l’uomo non aveva mai fatto trasparire nulla in merito alle sue intenzioni e, con la moglie Daniela – ormai sul punto di separarsi da lui – aveva sempre mostrato il suo volto consueto: quello di un padre meticoloso che stava già pensando alle prossime vacanze dei figli.

LEGGI ANCHE > Ma ci rendiamo conto di quanto sia surreale la colpevolizzazione della moglie di Mario Bressi?

Mario Bressi pianificava con la moglie le vacanze dei figli

Ci sarebbero una serie di sms che Mario Bressi aveva inviato alla moglie Daniela nei giorni scorsi: all’interno di questi messaggi, l’uomo stava cercando di pianificare il tempo da trascorrere con i gemelli, in modo tale da dividerlo equamente con la madre. In quei messaggi si parlava del campo estivo presso il quale Diego ed Elena sarebbero dovuti andare, delle gite al mare, oltre – ovviamente – di quella a Margno, nella casa di montagna, di proprietà dei genitori dello stesso Bressi.

Erano diversivi (come quelli organizzati nelle ore immediatamente precedenti al delitto) oppure c’era davvero l’intenzione – poi non portata avanti per qualche ragione – di accettare il divorzio dalla moglie. Tramite i suoi avvocati, la donna ha fatto sapere che non c’era motivo di dubitare del fatto che i figli avrebbero trascorso più tempo possibile con il padre, anzi con il padre e la madre insieme. Un divorzio che, nelle intenzioni, non avrebbe dovuto impattare sulle loro vite e che, pertanto, sarebbe stato gestito in maniera matura dai coniugi.

Invece, nella serata tra venerdì 26 giugno e sabato 27, gli eventi sono precipitati. Ed è arrivato il messaggio sul telefonino più drammatico, di tutt’altro tenore rispetto a quelli inviati fino ad allora: «Resterai sola». L’inquietante annuncio di ciò che ormai stava accadendo o era già accaduto. Nella giornata di oggi sono attesi gli esami autoptici sui corpi dei gemelli per capire se questi siano stati sedati prima del loro soffocamento.

TAG: omicidio