Come sta la famiglia di Fiumicino contagiata dal coronavirus

di Ilaria Roncone | 01/03/2020

  • Primo caso di coronavirus per una persona residente nel Lazio

  • Si tratta di una donna di 38 anni rientrata da Bergamo quando si sono registrati i primi casi

  • La donna sta bene e ha preso tutti i provvedimenti del caso per non diffondere il contagio

Negli ultimi giorni sempre più persone in giro per l’Italia risultano positive al coronavirus. L’impressione che si ha è che il virus si stia diffondendo di regione in regione in questo periodo, anche se c’è una concreta possibilità che stia girando già da prima dei casi diventati di dominio pubblico. Ora tocca al Lazio, dove per la prima volta è una residente – precisamente di Fiumicino – a risultare positiva al COVID-19. Rientrata da Bergamo, la donna ha seguito le istruzioni del ministero della Sanità alla lettera. Precedentemente i casi positivi nella regione della capitale erano stati tre, la coppia di cinesi originari di Wuhan e il ricercatore tornato in patria dalla città del principale focolaio cinese.

Oggi, un bollettino medico dell’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma ha reso note le condizioni di salute generale dei contagiati in cura presso la struttura. «Tutti i ricoverati – si legge nel bollettino – sono in condizioni cliniche e non presentano preoccupazioni». La struttura ha anche comunicato che tutti gli altri tamponi effettuati fino a questo momento, anche quelli su persone entrate in contatto con la famiglia di Fiumicino contagiata dal coronavirus, sono risultati negativi.

LEGGI ANCHE >>> Gino Sorbillo inaugura alla Rinascente: “Bello in tempo di coronavirus tutta questa gente” | Video

Coronavirus Lazio, situazione sotto controllo

La conferma della positività della donna di Fiumicino rientrata da Bergamo era arrivata dall’ospedale Spallanzani nella serata di venerdì. Dopo qualche giorno nella città lombarda, in concomitanza con l’esplosione dei primi casi di coronavirus, la donna è rientrata utilizzando la prudenza che il caso richiedeva e rispettando il protocollo. Registrati i primi sintomi influenzali, la 38enne si è rivolta alla Asl territoriale di competenza rimanendo in auto isolamento domiciliare presso la sua abitazione. Compreso che i sintomi non passavano lo Spallanzani ha effettuato i test sulla donna evidenziando così la positività al coronavirus.

La famiglia della donna è in sorveglianza attiva, positivi anche marito e figlia

Come evidenzia l’ospedale, la paziente di 38 anni è ricoverata in buone condizioni. L’intero nucleo familiare della donna, che comprende i figli di 5 e 10 anni, è stato messo sotto sorveglianza attiva presso la struttura sanitaria. Al momento risultano positivi al coronavirus la figlia di 10 anni e il marito. Negativo il piccolo di 5 anni. Intanto la regione Lazio si è già attivata e per la giornata di domani è previsto un incontro tra il sindaco di Fiumicino Esterino Montinom l’assessore regionale della Sanità e gli operatori sanitari dello Spallanzani per chiarire la situazione.

(Immagine di copertina da Google Maps)