Virginia Raggi parla dello stadio della Roma e dell’arresto di De Vito: «Sono su tutte le furie»

di Gaia Mellone | 20/03/2019

bilancio Ama
  • Virginia Raggi ospite a "Porta a porta" di Bruno VEspa

  • La sindaca dice di essere «assolutamente colto di sorpresa» del presunto coinvolgimento di Marcello De Vito nell'iter di corruzione

  • «Dopo nemmeno 2 ore il M5s ha espulso De Vito. Il giudizio politico è quindi netto»

Virginia Raggi interviene in merito all’arresto di Marcello de Vito durante la trasmissione “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa. «Questa notizia mi ha assolutamente colto di sorpresa. Non me l’aspettavo. Sono su tutte le furie» ha detto la sindaca.

LEGGI ANCHE > Parola di De Vito a proposito della sindaca Raggi: «A Roma avremmo vinto anche col Gabibbo»

Virginia Raggi parla dello stadio della Roma e dell’arresto di De Vito: «Sono su tutte le furie»

Virginia Raggi sceglie il salotto televisivo di Bruno Vespa per parlare dell’arresto di marcello De Vito, il presidente dell’assemblea capitolina portato in carcere questa mattina con l’accusa di corruzione. Una grande delusione per la sindaca della Capitale, che amaramente ha dichiarato di essere profondamente delusa :«Quando si lavora tanto per contrastare quel sistema, che è noto come mafia capitale, ci si mette la faccia e si portano avanti una serie di azioni come quelle contro i Casamonica, vedere che qualcuno che dovrebbe giocare in squadra con te, gioca contro fa male e fa rabbia»

Virginia Raggi, la rapidità del M5S è ciò che ci separa dagli altri partiti: «Capita di sbagliare, la differenza è la reazione »

La reazione del Movimento 5 stelle è stata unanime e immediata: Marcello De Vito è stato infatti espulso a tempo record dal movimento. «Dopo nemmeno 2 ore il M5s ha espulso De Vito – ha commentato la sindaca – Il giudizio politico è quindi netto: quei suoi comportamenti sono incompatibili con il progetto di pulizia che stiamo portando avanti. La scelta di Di Maio è stata giustissima e dimostra che il M5s ha gli anticorpi». Non solo: la repentina velocità con il quale i pentastelati hanno reagito è «la grande differenza rispetto agli altri partiti!. «Il M5s ha reagito talmente con rapidità, con una cesura ferma, che ha dimostrato tutta la sua integrità. Tutti possono sbagliare ma la differenza sta nella reazione».

«Se lo stadio si fa, deve essere fatto bene»

Virginia Raggi non si è pronunciata solo in merito all’arresto del presidente dell’assemblea, ma anche sulla realizzazione del progetto dello stadio della Roma. «La Procura ha detto che la realizzazione dello stadio non è stata toccata dall’inchiesta» ha dichiarato a Bruno Vespa la prima cittadina, aggiungendo che « appena arrivata in Campidoglio ho chiesto di fare accertamenti sullo stadio ma anche sui Mercati generali, l’ex Fiera di Roma e il progetto a piazza Ippolito Nievo».  Accertamenti extra voluti dopo che dall’inchiesta erano emersi dubbi sulla viabilità. « Se lo stadio si fa, deve essere fatto bene. – afferma decisa Virginia Raggi – Farò fare verifiche e una due diligence su questi progetti per vedere se ci sono state anomalie o deviazioni». 

(credits immagine di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)