Bonafede: «Soffro quando vedo i barconi dei migranti in difficoltà»

di Enzo Boldi | 19/03/2019

Bonafede migranti
  • Alfonso Bonafede si dice dispiaciuto per le notizie e le immagini sul tema dell'immigrazione

  • Dice di essere rammaricato, ma giustifica il governo che agisce per interesse nazionale

  • C'è ancora attesa per il destino della nave Mare Jonio, in rada davanti a Lampedusa

Mentre Matteo Salvini continua a serrare i ranghi di fronte ai migranti soccorsi nella notte dalla nave della Ong Mare Jonio, c’è chi nel governo dice di soffrire davanti alle immagini che, quasi quotidianamente, arrivano dal Mar Mediterraneo, con i migranti in difficoltà e in balia delle onde che tentano di sopravvivere alla sciagurato comportamento criminale degli scafisti a largo della Libia. Si tratta del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che nel corso della trasmissione L’Aria che Tira, su La7, ha espresso tutto il suo rammarico per le difficoltà dei migranti. In compenso, però, il suo governo continua a mantenere la linea dura nei confronti di chi li soccorre in mare.

LEGGI ANCHE > Per Salvini la Mare Jonio è una nave dei centri sociali che non deve sbarcare in Italia

«Se mi chiede se mi fa soffrire il tema immigrazione, la risposta è chiara: assolutamente sì – ha detto il ministro Bonafede rispondendo alle domande di Myrta Merlino su La7 -. Ogni volta che vedo un’immagine o una situazione di quel tipo, si mi fa soffrire». La sua sofferenza, però, non deve prevaricare gli interessi degli italiani e quindi, nel giro di pochi secondi, ecco arrivare la sua retromarcia, rimarcando la questione dell’interesse nazionale già decantata ai quattro venti in occasione delle giustificazioni per il comportamento di Matteo Salvini (di cui poi si è auto-accusato tutto il governo) nei confronti dei migranti a bordo della Nave Diciotti.

 

Bonafede è triste per la situazione dei migranti nel Mediterraneo

«Noi abbiamo posto il problema dell’immigrazione che va sollevato in Europa – ha proseguito Alfonso Bonafede -, e non vedo tanti capi del governo in Europa che pongono la questione come problema europeo, a parte il nostro premier Giuseppe Conte». Il ministro della Giustizia, quindi, si dispiace per le immagini che vede in televisione dei migranti in difficoltà nel Mediterraneo, ma giustifica il comportamento del suo governo dietro l’etichetta della salvaguardia italiana e del monito da lanciare all’Unione Europea.

La situazione della Mare Jonio

In attesa di chiarire le intenzioni del governo (anche se Salvini ha parlato anche fin troppo chiaramente) c’è grande attesa per le sorti e il destino dei migranti a bordo della Mare Jonio: «Dobbiamo aspettare di avere ulteriori notizie, dobbiamo far fare alle autorità il loro lavoro – ha ribadito Bonafede -. Ma posso dire che la priorità deve essere quella di salvaguardare la salute delle persone a bordo della nave, che tra l’altro in questo caso batte bandiera italiana».

(foto di copertina: da profilo Twitter de L’Aria che tira, La7)