Scandalo Boeing: l’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea sospende i voli con i modelli 737 Max

di Gaia Mellone | 12/03/2019

Etiopia
  • L'incidente di domenica 10 marzo in Etiopia ha sollevato perplessità sulla sicurezza del modello

  • Un aereo dello stesso modello era caduto in Indonesia ad ottobre

  • Molti i paesi che hanno sospeso l'utilizzo dei modelli Boeing 737 Max 8 e Max 9

A partire dalle 19 di martedì 11 marzo nei cieli dell’Europa non potranno più volare i modelli Boeing 737 Max 8 e Boeing 737 Max 9. La decisione dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea arriva dopo l’iniziativa di diverse compagnie aeree che avevano lasciato a terra i velivoli dopo l’incidente in Etiopia.

LEGGI ANCHE > Nella flotta di Air Italy ci sono 20 Boeing 737, stesso modello dell’aereo precipitato in Etiopia

Scandalo Boeing: Sospesi i voli con i modelli  737 Max in Europa

L’incidente di domenica 10 marzo, in cui hanno perso la vita 157 persone tra cui otto italiani, ha sollevato non poche perplessità sui modelli Boeing. Dubbi che erano già emersi ad ottobre, quando un aereo dello stesso modello cadde in Indonesia, provocando la morte di 189 persone. Immediatamente dopo l’ultimo incidente la Ethiopian Airlines ha sospeso l’utilizzo del  Boeing 737 Max 8. Gli hanno fatto eco altre compagnie aeree da tutte le parti del mondo come Aerolineas Argentinas, Royal Air Maroc, Aeromexico, Gol Airlines, MIAT Mongolian Airlines, Jet Airways, Eastar Jet, Norwegian Air, Icelandair e  Turkish Airlines.

I governi di tutto il mondo sospendono l’utilizzo dei Boeing 737

La sospensione dell’utilizzo dei modelli è stata sostenuta anche dai governi di Italia, Cina, Indonesia, Regno Unito, Francia, Germania, Irlanda, Austria, Paesi Bassi, Australia, Singapore, Malesia, Mongolia e Oman. Ora però con un comunicato è l’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea a mettere il veto finale.

Gli unici a non aver sospeso l’utilizzo dei Boeing 737 Max sono gli Stati Uniti, che hanno però chiesto alla compagnia di apportare le modifiche necessarie entro aprile. Una richiesta accolta dall’azienda statunitense, che ha annunciato che aggiornerà il software e il sistema di controllo. Intanto le cause dell’incidente restano ancora un mistero: bisognerà aspettare l’esame delle scatole nere che verranno analizzate dai tecnici dell’Agenzia per l’aviazione civile etiopica insieme ad un team tecnico di Boeing e investigatori della federal Aviation americana.

(credits immagine di copertina: ANSA/ TELENEWS)

TAG: Boeing 737