La Stampa vs lastampatv: la fake news sul decesso di Nadia Toffa

di Gaia Mellone | 12/03/2019

  • Sul sito lastampatv l'articolo che annuncia il decesso di Nadia Toffa

  • Si tratta di una fake news, e lei li accusa su Twitter

  • Il tag a La Stampa (quella vera) che risponde: «Da mesi segnaliamo questo sito»

I siti di fake news sono ormai una vecchia notizia. Giocano su titoli simili a testate riconosciute: il fatto quotidaino e La Refubblica giusto per citarne due. Stavolta però la denuncia arriva dai diretti interessati: La Stampa si è esposta su Twitter per segnalare un sito di fake news che li imita nel nome e nella grafica, e che gli ha attribuito un «odioso articolo» su Nadia Toffa, che però ha sbagliato il tag.

LEGGI ANCHE > Le foto bufala di Matteo Salvini con la felpa No Tav

La Stampa contro lastampatv: «Un sito di fake news che imita la grafica»

Il sito incriminato è lastampatv.it, esplicitamente linkato da La Stampa (quella vera) nel tweet di denuncia. Un account che «da mesi abbiamo chiesto alle autorità di bloccare» perché «diffonde fake news con una grafica simile al nostro sito», twitta la redazione del quotidiano. L’occasione è «un odioso articolo su Nadia Toffa» a cui La Stampa manda «un grande abbraccio e tutta la nostra solidarietà». L’articolo con la data di martedì 11 marzo annuncia la dipartita della conduttrice delle Iene.

Nell’articolo si legge che «l’annuncio del crudele lutto» sarebbe stata data sul gruppo Facebook «noi delle iene». « Notizia, che sta gettando nello sconforto un’intera comunità che non ha smesso mai di pregare per Nadia – si legge nell’articolo che cita anche dei gruppi di preghiera organizzati in zona del Mercato – In lutto anche l’ex ragazzo Gianni Sellia, che ha ricevuto la notizia mentre era in diretta su Radio Marte». Il racconto continua: «Sellia ha abbandonato la diretta in lacrime, ricordando Nadia. “Il padre è un mio carissimo amico, ha perso un figlia di quarant’anni, una famiglia eccezionale. Una tragedia, mi vengono i singhiozzi”». Il sito riporta anche la testimonianza di «Grazia» che avrebbe condiviso sui social un lungo post strappalacrime in cui dice che «non amo esternare le mie emozioni pubblicamente, ma poche persone ho conosciuto come Nadia e non meritava di lasciare questo mondo così presto». Nadia Toffa invece è viva, e parecchio arrabbiata.

Nadia Toffa risponde a La Stampa: «Volete una denuncia?»

La bufala della sua morte è arrivata anche alle orecchie della diretta interessata, che scocciata ha linkato su Twitter l’articolo. «Volete una denuncia o la togliete immediatamente dal web?». Peccato che ha taggato LaStampaTv, quella vera. Forse anche per questo la testata si è dissociata pubblicamente. Perché in questo caso le maiuscole fanno la differenza.

(credits immagine di copertina: Twitter @LaStampa)