Matteo Salvini risolverà la questione del latte «in 48 ore»

di Gaia Mellone | 12/02/2019

  • Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno incontrato una delegazione del movimento dei pastori sardi in protesta

  • Definitio un pacchetti di iniziative che verrà riproposto al tavolo di giovedì

  • L'incontro di Lezzi e Conte a Cagliari: «In campo gli strumenti necessari per rispondere alle giuste istanze»

Matteo Salvini è più che sicuro di riuscire a porre fine alla protesta dei pastori sardi. E vuole farlo in tempi record: 48 ore, a partire dall’incontro di oggi.

LEGGI ANCHE > Perché i pastori sardi sono sul piede di guerra

Protesta del latte, Matteo Salvini: «Soluzione entro 48 ore»

Nella giornata di oggi i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno incontrato una delegazione di allevatori sardi della Coldiretti guidati dal presidente Ettore Prandini, e alla presenza del sottosegretario all’Agricoltura Franco Manzato. per discutere della protesta avanzata dai pastori sardi sul prezzo del latte che sta spaccando in due l’isola. «Tra gli altri impegni – hanno riferito le fonti del Viminale – ci sono gli interventi di sostegno per le perdite economiche (legate alla mancata produzione e ai bassi prezzi) e la sospensione delle attività del Consorzio finalizzata all’approvazione del nuovo piano di produzione». Il pacchetto di iniziative che vuole portare avanti il governo servirà anche «a rasserenare il clima sull’isola».

Barbara Lezzi: «Il governo e in particolare il presidente Conte sta mostrando una grande capacità di ascolto»

«Lavoro per una soluzione entro 48 ore per restituire dignità e lavoro ai Sardi» ha commentato Salvini. Il prossimo appuntamento è infatti molto vicino. Giovedì 14 febbraio alle 15 ci sarà un tavolo al Viminale che riunirà nuovamente associazioni di categoria, governo e produttori. «È necessario compiere una verifica sul consorzio rispetto all’attivazione delle quote latte» ha dichiarato  il ministro per il Sud Barbara Lezzi a commento dell’altro incontro con i pastori avvenuto all’aeroporto militare di Decimomannu (Cagliari) e che ha visto la partecipazione anche del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio. Incontrando una delegazione del movimento pastori sardi, il ministro Lezzi ha sottolineato che il governo e il presidente Conte «in particolare» stanno «dimostrando capacità di ascolto e di coinvolgimento dei pastori» e che l’intero esecutivo «è pronto a mettere in campo gli strumenti necessari per rispondere alle giuste istanze degli allevatori del comparto agro-pastorale».

(credits immagine di copertina: ANSA/FABIO FRUSTACI)