Matteo Salvini ha telefonato a Juan Guaidò per manifestargli il suo sostegno

di Gaia Mellone | 11/02/2019

  • L'Italia ufficialmente mantiene la posizione di "non ingerenza" sulla crisi venezuelana

  • Matteo Salvini ha incontrato al Viminale la delegazione venezuelana

  • Durante l'incontro anche la telefonata con Juan Guaidò

Ufficialmente l’Italia mantiene una posizione di non ingerenza sulla crisi venezuelana, ma le posizioni individuali ormai sono chiare. Matteo Salvini ha incontrato oggi al Viminale una delegazione venezuelana e ha ribadito il suo sostegno a Juan Guaidò.

LEGGI ANCHE > La Lega rompe con il M5S anche sulla crisi in Venezuela

Matteo Salvini sostiene Juan Guaidò: dopo la lettera la telefonata

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini sostiene il presidente ad interim Juan Guaidò, andando controcorrente rispetto alla posizione ufficiale del governo. Nella giornata di lunedì 11 febbraio il vicepremier ha incontrato una delegazione venezuelana che include Francisco Jose Sucre Giffuni, presidente della commissione affari esteri dell’Assemblea nazionale venezuelana, Antonio Ledezma, sindaco metropolitano di Caracas e Rodrigo Diamanti, rappresentante europeo del Venezuela per gli Aiuti Umanitari. Un faccia a faccia che arriva alcuni giorni dopo la lettera spedita proprio da Juan Guaidò al governo italiano, in cui chiedeva a Roma di riconoscere la sua presidenza. La lettera consegnata all’ambasciatore italiano Silvio Mignano evidenziava che «il Venezuela sta attraversando i momenti più difficili della propria storia» e ora il paese si trova ad affrontare «una crisi umanitaria senza precedenti» che sta colpendo non solo i venezuelani ma anche « gli italiani residenti nel Paese e i discendenti di italiani che nel corso degli anni hanno visto precipitare la qualità della propria vita» e che rischiano si perdere ora «quello che hanno costruito con sforzi e sacrifici».

Matteo Salvini ha parlato con Juan Guaidò per telefono durante l’incontro: una conversazione che le fonti del Viminale hanno definito «molto cordiale» e durante la quale il ministro dell’Interno ha riconfermato la presa di posizione contro Maduro. Salvini ha ribadito «il pieno sostegno al percorso costituzionale per arrivare al più  presto ad elezioni libere» assicurando «la massima attenzione affinché venga salvaguardata l’incolumità di Guaidò e della sua famiglia in questa fase di delicata transizione per il paese sudamericano». La delegazione venezuelana presente ha espresso «riconoscenza a Salvini per la vicinanza e solidarietà dimostrate e l’attenzione per risolvere l’attuale crisi umanitaria che sta colpendo tutti i venezuelani e più di 100 mila italiani che vivono in Venezuela».

(Credits immagine di copertina: Matteo Salvini ANSA/RICCARDO ANTIMIANI ; Juan Guaidò © Elyxandro Cegarra/ZUMA Wire)