Recuperato il corpo di Emiliano Sala

di Enzo Boldi | 08/02/2019

Emiliano Sala chi è
  • La polizia di Dorset ha ufficializzato quanto si vociferava nei giorni scorsi

  • Il corpo incastrato nel relitto dell'aereo sprofondato nella Manica è di Emiliano Sala

  • La salma del calciatore è stata individuata e recuperata

È del calciatore argentino Emiliano Sala il corpo ritrovato a bordo dell’aereo inabissato nel Canale della Manica e individuato nei giorni scorsi. Lo ha ufficializzato la polizia di Dorset, contea nel Sud-Ovest dell’Inghilterra, che ha già provveduto al recupero della salma del calciatore. Sala era partito da Nantes in direzione Cardiff – dove avrebbe dovuto iniziare l’avventura con la sua nuova squadra – lo scorso 21 gennaio, ma l’aereo privato su cui stava viaggiando è caduto in mare e ci sono volute diverse settimane prima di ritrovarlo.

LEGGI ANCHE > Emiliano Sala, in corso il recupero del corpo. E il Nantes chiede al Cardiff i soldi per il suo acquisto

I tempi per l’individuazione e il recupero del corpo di Emiliano Sala e del relitto dell’aereo su cui viaggiavano lui e il pilota sono stati dilatati a causa delle condizioni meteorologiche avverse e la forte marea che ha impedito di svolgere le operazioni in maniera celere e sicura. Alla fine, però, la speranza di ritrovare il neo-calciatore del Cardiff in vita erano praticamente a zero e si parlava della sua morte fin dalle prime ore dalla scomparsa del velivolo dai radar del traffico aereo sulla Manica.

È di Emiliano Sala il corpo ritrovato nella Manica

La notizia del ritrovamento del corpo è arrivata solamente dopo il consueto rito di riconoscimento della salma e successivamente alla comunicazione ufficiale data ai familiari di Emiliano Sala. Invece, non si hanno ancora notizie di David Ibbotson, il pilota dell’aereo Piper Malibu che avrebbe dovuto condurre il calciatore de Nantes a Cardiff. La sua salma non è stata ancora individuata e recuperata.

 

La ricerca finanziata da una raccolta fondi

Il corpo senza vita di Emiliano Sala è stato ritrovato e recuperato anche grazie alle ricerche private, finanziate da una raccolta fondi di 350mila euro, che hanno coadiuvato le ricerche della polizia che le aveva sospese una settimana dopo la sparizione dai monitor del traffico aereo sulla Manica dell’aereo sui cui viaggiava il calciatore.

(foto di copertina: Nolwenn Le Gouic/Bildbyran via ZUMA Wire)