Anche Virginia Raggi sta litigando con Matteo Salvini

di Gaia Mellone | 10/01/2019

  • Il battibecco è iniziato via social dopo il tweet di Virginia Raggi che chiedeva un «numero più congruo per Roma» di poliziotti dopo la sparatoria fuori dall'asilo nella Magliana

  • La replica di Matteo Salvini durante la diretta Facebook: «Ognuno faccia il suo mestiere, comodo chiedere sempre a me»

  • Virgina chiosa su Facebook: «Per due anni è sempre stata solo e esclusivamente #TuttaColpaDellaRaggi. Benvenuto nel club».

La discussione politica italiana si fa a colpi di social, e non è una novità. La frattura gialloverde colpisce anche Roma, non solo nei palazzi del potere dello Stato, ma anche in quelli del Comune. Oggi i protagonisti del battibecco sono stati Virginia Raggi e Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE > Salvini twitta «porti chiusi» ma a Crotone sbarcano 51 migranti curdi

Tutto nasce da un tweet della sindaca, che commentava la notizia degli spari fuori da un asilo alla Magliana. «Indignata» twitta Virginia, ha bisogno di più poliziotti come annunciato dal ministro . Non è più possibile aspettare, serve un numero di forze dell’ordine congruo per la Capitale d’Italia». La replica di Matteo Salvini non si è fatta attendere.

Matteo Salvini risponde a Virginia Raggi dando i numeri

Durante la diretta su Facebook, Matteo Salvini si rivolge direttamente all’appello fatto via social da Virginia: «Se ognuno facesse il suo lavoro, l’Italia sarebbe un posto migliore». E poi, analizza la situazione della capitale, punto per punto, numero per numero. «Solo in forza alla questura di Roma nel 2018 sono arrivati 55 poliziotti in più, entro il prossimo mese di febbraio arriveranno altri 75 poliziotti in piùentro la fine di quest’anno arriveranno ancora 75 poliziotti in più, e siamo a 200» e grazie ai soldi messi nella manovra per le nuove assunzioni « ne arriveranno almeno altri 50, sempre entro quest’anno. Quindi almeno 250». Il ministro dell’Interno invita Virginia a valorizzare e liberare dagli uffici  «gli oltre 5000 vigili urbani in dotazione al comune di roma», facendosi portavoce «dei tanti romani che mi scrivono ogni giorno» che si lamentano dello stato della città: «C’è tanto da fare: la situazione delle strade, della pulizia, della puntualità dei mezzi pubblici, della situazione delle case in periferia» continua Salvini. «Ognuno faccia il suo, caro sindaco» chiude il leader del carroccio.

 

Virginia Raggi replica: «Caro Matteo, benvenuto nel club»

In particolare, Matteo Salvini si è lamentato di essere tirato in ballo anche per cose che non lo competono. «Io mi occupo di ordine pubblico , di mettere telecamere, poliziotti e carabinieri in più» spiega, aggiungendo che «per qualcuno è più facile dire “ci pensi Salvini”, “arrivi Salvini”, “Salvini moltiplichi pani e pesci”. E no!». Virginia Raggi allora risponde su Facebook. «Caro Matteo Salvini» scrive nel post che accompagna una sua foto con la fascia tricolore «bando alle chiacchiere e mettiamoci a lavoro. Io faccio il mio: la prossima settimana entreranno in servizio 500 nuovi vigili urbani che si aggiungono ai 400 già assunti nel 2018: stiamo parlando di 900 nuovi agenti in più per Roma, presi in meno di un anno». «Martedì saranno tutti qui in Campidoglio per firmare i loro contratti e andare in strada al fianco dei cittadini. Ti aspettiamo qui per salutarli perché le Istituzioni devono impegnarsi, senza distinzioni, per le persone. Io, come te, non amo le chiacchiere ma preferisco i fatti» conclude la sindaca. E poi, un piccolo ps che sembra un sassolino levato dalla scarpa: «Permettimi una battuta. Per due anni è sempre stata solo e esclusivamente #TuttaColpaDellaRaggi. Benvenuto nel club».

(credits immagine di copertina: virginia raggi ANSA/GIUSEPPE LAMI ; Matteo Salvini ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)