Salvini twitta «porti chiusi» ma a Crotone sbarcano 51 migranti curdi

di Enzo Boldi | 10/01/2019

Salvini sbarchi Crotone
  • All'alba i cittadini di Melissa, nel crotonese, hanno soccorso 51 migranti curdi

  • La loro barca a vela era rimasta incagliata a pochi metri dalla spiaggia

  • Altro sbarco, ma Matteo Salvini continua a dire che i porti italiani sono chiusi

Le polemiche, con tanto di incontro urgente a Palazzo Chigi del triumvirato Di Maio-Conte-Salvini, dopo la decisione del governo italiano di aprire le porte ad alcuni migranti a bordo della Sea Watch 3 e Sea Eye non accennano a placarsi. Mentre il ministro dell’Interno prosegue nelle sue accuse a Malta e ribadisce che i porti italiani sono chiusi a Melissa, nel crotonese, sono sbarcati 51 migranti curdi. Tra di loro quattro bambini, tra cui un neonato, soccorsi dai cittadini e dal sindaco del piccolo comune calabrese.

LEGGI ANCHE > Il governo di Malta contro Salvini: «Sdegno per le sue false accuse, non le ripeta più»

All’alba di oggi, nella frazione Torre del comune di Melissa, piccolo comune sulla costa del crotonese, i 51 migranti a bordo di un’imbarcazione a vela curda sono stati soccorsi dai cittadini e dal sindaco Gino Murgi. Il loro vascello di fortuna era rimasto incagliato a pochi metri dalla spiaggia. Ad allertare i residenti i soccorsi sono state le urla dei migranti che chiedevano aiuto. Grida che hanno li hanno spinti immediatamente all’intervento, salvando i 51 passeggeri e portandoli in un hotel nei pressi della spiaggia.

I cittadini di Melissa soccorrono 51 migranti

La struttura alberghiera ha immediatamente messo a disposizione ampi spazi e sale, aiutando le 51 persone – tra di loro anche sei donne, tre bambini e un neonato, facendoli riscaldare con stufe e coperte. Le forze dell’ordine, arrivate sul posto qualche minuto dopo i soccorsi, sono giunte sul posto per compiere tutti gli adempimenti di rito, tipici di queste situazioni. I migranti, ora, saranno condotti al Centro di accoglienza di Sant’Anna.

Salvini twitta ancora: «Porti chiusi!»

Un gesto di umanità e solidarietà che non è in linea con le battaglie (spesso solo social e mediatiche) del ministro dell’Interno Matteo Salvini che, ancora una volta, ha ribadito sui propri canali social che i porti italiani sono chiusi. Una cosa che, prendendo in considerazione anche il numero degli sbarchi sulle coste nostrane registrati nel mese di dicembre, fa a cazzotti con la realtà.

(foto di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)