Salvini risponde a Baglioni: «Canta che ti passa»

di Gaia Mellone | 09/01/2019

Matteo Salvini contro tutti. Ha tuonato contro i partner di governo per non essere stato consultato dai partner di governo in merito all’accoglienza dei migranti da Malta, e poi h tuonato anche contro Claudio Baglioni, sempre sul tema dei migranti.

LEGGI ANCHE > Un Sanremo con prima gli italiani. Ma Baglioni sgrida il governo sui migranti

Claudio Baglioni contro il governo : «Ormai è una farsa»

Il direttore artistico della 69esima edizione del Festival di Sanremo durante la conferenza stampa della kermesse musicale non si è sottratto alle domande incalzanti dei giornalisti sull’attualità e sulla politica. Inevitabilmente, le sue dichiarazioni si sono concentrate sul tema dei migranti e sulle fratture del governo 5 stelle- Lega. «Siamo alla farsa» ha detto Claudio Baglioni, evidenziando che «le misure prese dall’attuale governo, come da quelli precedenti» non sono «assolutamente all’altezza della situazione». «Ormai è una grana grossa: se la questione fosse stata presa in considerazione anni fa, non si sarebbe arrivati a questo punto. Il Paese è terribilmente disarmonico, confuso, cieco quasi nella direzione da prendere» ha continuato Claudio Baglioni, ricordando la sua esperienza con O’Scia, la manifestazione di arti e musica leggera di Lampedusa, creata proprio per sensibilizzare sui temi della migrazione. «Già 25 anni fa sull’isola si avvertiva quello che sarebbe diventato il fenomeno degli sbarchi, degli arrivi per mare. L’intenzione della mia manifestazione e degli oltre 300 artisti che hanno partecipato era quella di dire: noi siamo preoccupati per il fatto che ci siano viaggi per mare irregolari. Ci auguravamo appunto che il movimento non cadesse in mano all’illegalità, allo sfruttamento, alla non gestione». Una manifestazione che aveva obbiettivi di integrazione e tolleranza ma che forse, continua il cantante, non è riuscita nel suo intento: «oggi il nostro Paese è incattivito, rancoroso, nei confronti di qualsiasi ‘altro’, visto come un essere pericoloso. Ormai guardiamo con sospetto anche la nostra ombra».

Salvini risponde a Baglioni: «Ognuno faccia il suo mestiere»

Parole decise e pesanti, che al leader del Carroccio non sono andate giù. Matteo Salvini ha condiviso con i suoi followers di Twitter l’articolo de Il Tempo che riportava le dichiarazioni di di Baglioni, e si è rivolto direttamente al cantante: «Canta che ti passa» scrive, aggiungendo «Lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo».

(credits immagine di copertina: Matteo Salvini Â© Danilo Balducci/ZUMA Wire ; Claudio Baglioni ANSA/CLAUDIO ONORATI)