Sfera Ebbasta potrebbe essere sentito dai pm sulla strage di Corinaldo

di Redazione | 08/01/2019

sfera ebbasta
  • La Procura di Ancona potrebbe sentire il trapper Sfera Ebbasta sulla strage alla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo

  • L'audizione dell'artista e del suo management sarebbe necessaria per comprendere meglio l'organizzazione dell'evento

  • «Fa parte della ricostruzione di tutti i dati», ha detto la procuratrice Garulli

Continuano le indagini sulla strage alla discoteca Laterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, che a inizio dicembre ha causato la morte di sei persone, cinque adolescenti e una donna adulta (schiacciati nella calca dopo il fuggi fuggi scatenato probabilmente da spruzzi di sostanza urticante). Nelle ultime ora è emerso che i magistrati potrebbero sentire anche l’artista atteso della serata, il trapper Sfera Ebbasta, per comprendere meglio l’organizzazione dell’evento.

Strage di Corinaldo, la Procura potrebbe sentire il trapper Sfera Ebbasta

Sfera Ebbasta quella sera avrebbe dovuto esibirsi nel locale di Corinaldo per un dj set. A parlare dell’ipotesi di una sua audizione è stata la procuratrice di Ancona Monica Garulli, rispondendo alle domande dei giornalisti. Garulli ha precisato che il trapper potrebbe essere ascoltato eventualmente in relazione alla necessità di capire qualcosa di più sull’organizzazione dell’evento di quella sera. «Finora non è stato sentito, ma è plausibile che venga sentito, lui e il suo management. Fa parte della ricostruzione di tutti i dati», ha detto la procuratrice.

Il secondo sopralluogo di pm, Ris e Arpam

Oggi intanto è stato effettuato un secondo sopralluogo alla Lanterna Azzurra. Sul luogo della tragedia, avvenuta la notte tra il 7 e l’8 dicembre, si sono recati il pm Valentina Bavai, i Carabinieri del Ris e ai tecnici dell’Arpam. Lo scopo era approfondire alcuni aspetti relativi all’impianto di aerazione, alle sostanze presenti, ai dispositivi e alle uscite di sicurezza. Sul posto erano presenti anche i legali delle famiglie delle vittime. L’11 gennaio ci sarà anche un altro sopralluogo nel locale: verrà smontata anche parte del controsoffitto per cercare di completare il quadro degli aspetti tecnici e passare all’esame delle presenze effettive di quella sera tramite i video acquisiti e le ricostruzioni in 3D.

(Foto di copertina da archivio Ansa: un momento di un concerto del trapper Sfera Ebbasta. Credit immagine: ANSA / LUCA ZENNARO)