In Arabia Saudita il divorzio ora verrà notificato via sms

di Gaia Mellone | 07/01/2019

  • La nuova misura avvertirà le donne saudite dello scioglimento del legame matrimoniale attraverso un sms

  • La stampa locale ha presentato la novità come un passo in avanti verso l'uguaglianza di genere

  • La nuova riforma voluta dal principe Bin Salman arriva dopo il permesso alle donne di poter guidare e recarsi allo stadio da sole

Essere lasciati via sms è un triste classico, ma in Arabia Saudita è una grande novità: da adesso il divorzio verrà notificato alle moglie attraverso un messaggio sul telefono. Per quanto paradossale, è un passo in avanti.

LEGGI ANCHE > La Lega Serie A presenta la Supercoppa in Arabia Saudita con i «settori riservati agli uomini»

Arabia Saudita, niente più divorzi segreti

Fino ad ora gli uomini dell’Arabia Saudita potevano divorziare dalle mogli a loro insaputa. Grazie ad una riforma fortemente voluta dal principe Mohammed bin Salman adesso la fine del matrimonio verrà comunicata alle donne con un sms. «Saranno notificate di qualsiasi cambiamento del loro stato civile attraverso un messaggio», ha dichiarato il ministero della Giustizia, aggiungendo che per le ex mogli sarà ora possibile anche «visualizzare i documenti relativi alla risoluzione dei loro contratti di matrimonio attraverso il sito web del dicastero». Fino ad ora non era richiesta nessuna partecipazione della consorte al processo di scioglimento del matrimonio: era sufficiente che che l’uomo si recasse in tribunale e pronunciasse la formula di rito. Secondo delle testimonianze raccolte dalla Saudi Gazzette, in molti casi le saudite avevano continuato a vivere con gli ex mariti senza sapere di essere state lasciate. Quella del divorzio segreto era una prassi molto comune che impediva così alle donne di reclamare alcuni diritti come gli alimenti o la restituzione della dote.

Addio ai divorzi segreti, ma la parità di genere in Arabia Saudita è ancora lontana

La stampa locale ha salutato la nuova misura come un passo in avanti nella lotta alla segregazione femminile: sicuramente è una svolta importante, ma sapere di essere divorziate non restituisce alcun diritto concreto. La notifica arriverà infatti solo a giochi fatti, continuando quindi ad impedire reclami o tutele legali di ogni tipo. Il principe Mohammed bin Salman è ancora considerato da molti il mandante dell’omicidio Khashoggi ed è al centro di diverse polemiche internazionali, ma pare voglia ripulire la sua immagine ripensando al ruolo della donna in Arabia Saudita: la fine del divorzio segreto segue la storica decisione di permettere alle donne saudite di guidare da sole e la più recente conquista di potersi recare da sole allo stadio – ma solo in zone riservate e lontane dagli uomini. La popolazione femminile però è ancora ben lontana dalla parità di genere: senza l’assenso del maschio, marito padre o fratello a seconda dello stato civile della donna, alle donne è ancora vietato aprire un conto corrente, fare un passaporto e viaggiare all’estero, persino sottoporsi a interventi di chirurgia estetica.

(credits immagine di copertina: ANSA/IAN LANGSDON)