Il trucchetto che permette anche ai redditi più alti di sfruttare la flat tax

di Redazione | 30/12/2018

Flat Tax
  • La Flat Tax, proposta da Berlusconi in campagna elettorale, è entrata in manovra

  • Sarà al 15% per i redditi fino a 65mila euro all'anno

  • Ma c'è un trucco che permette anche ai redditi più alti di beneficiarne

Dalla proposta di Silvio Berlusconi in campagna elettorale, si era già capito che la Flat Tax non era una vera e propria misura di equità sociale. Matteo Salvini, poi, l’ha inserita nel contratto di governo con il Movimento 5 Stelle, come portavoce di un’istanza del centrodestra. Ora, una Flat Tax riveduta e corretta rispetto all’originale è entrata anche nella manovra che verrà approvata nella giornata di oggi.

LEGGI ANCHE > I commercialisti spiegano che il condono favorirà i più ricchi

Flat Tax e redditi alti: cosa succede

Verrà estesa esclusivamente per le partite Iva, presentata come una misura che favorirà i piccoli lavoratori autonomi che, a questo punto, potranno beneficiare di un’agevolazione fiscale. Tuttavia, a quanto pare, ci sono dei punti di questo provvedimento che strizzano l’occhio anche ai redditi più alti che stanno trovando una serie di escamotage per poter usufruire dei benefici di questa legge.

Ad esempio, come riportato sul Corriere della Sera di oggi, sono diversi i professionisti che, da un certo punto in poi del 2018, hanno smesso di fatturare. Questa mossa permetterà loro di restare abbondantemente sotto al tetto dei 65mila euro, quello necessario per far scattare l’aliquota unica agevolata al 15% (per i redditi compresi tra i 65mila e i 100mila, invece, la tariffa è al 20%). Questo perché la Flat Tax si basa su quanto fatturato l’anno precedente rispetto all’entrata in vigore della norma. Così facendo, non saranno soltanto i piccoli professionisti a beneficiarne, ma anche coloro che hanno dei fatturati milionari.

Non si perdono i benefici passati, se si esce dal regime della Flat Tax

Infatti, dal momento che il confronto è sull’anno precedente, nulla impedisce ai professionisti di fatturare normalmente nell’anno in corso, sfruttando un anno di Flat Tax agevolata e non essendo tenuti a restituire nulla: questo provvedimento è diverso, infatti, rispetto ad altri regimi fiscali. Non scatta, cioè, il rimborso e la restituizione nel momento in cui vengono persi i requisiti per accedere alla Flat Tax. Insomma, un anno a regime fiscale agevolato anche per coloro che, in teoria, potrebbero farne a meno.

FOTO: ANSA/FABIO FRUSTACI

TAG: Flat Tax