«Castellammare»: La vera canzone del Natale 2018 è quella firmata da Le Coliche | VIDEO

di Gaia Mellone | 27/12/2018

  • Le Coliche è un duo comico molto popolare sul web

  • La canzone «Castellammare» prosegue la parodia della musica Indie minacciata dalla Trap

  • Sui social è già diventata la hit per eccellenza di Natale

Dimenticate We are the world, Jingle Bells o Last Christmas. La canzone ufficiale del Natale 2018 è «Castellammare» che riunisce intorno al microfono gli idoli della musica Indie e Trap. La trovata del duo comico romano Le Coliche è già diventata virale: in poche ore il video ufficiale ha superato 3000 condivisioni e 16mila likes su Facebook.

LEGGI ANCHE > Sarà un Festival Indie-Pop. Ecco tutti i nomi dei big di Sanremo 2019

Castellammare, la canzone trap-indie de Le Coliche

Ci sono tutti: Tommaso Paradiso, Calcutta, Carl Brave, Levante (anzi, Ponente), Elettra Lamborghini, Arisa, Ghali, la Dark Polo Gang e persino Liberato, chiaramente di spalle. Intorno al microfono cantano quella che il finto Tommaso aveva definito negli episodi precedenti «una mega canzone di natale: la nuova we are the world. We are the indie». La canzone «Castellammare» è infatti l’ultima tappa della saga che vede la musica Indie minacciata dalla Trap. Una parodia del duo comico romano Le Coliche, all’anagrafe i fratelli Claudio e Fabrizio Colica, che ha conquistato i fan sui social e su Spotify, complice anche l’attesa crescente delle ultime settimane. Tutto nasce nella sala prove dei The Giornalisti, o meglio, i The giornalai: bisogna pubblicare una canzone di Natale che batta Michael Bublé. Così Tommaso Paradiso ha l’illuminazione: una canzone indie che però ha qualcosa anche di Trap. Chiama quindi Calcutta e Carl Brave «L’ibrido perfetto» e cominciano le audizioni. Diversi episodi snocciolati sul profilo Facebook del duo, fino alla pubblicazione del video ufficiale. Ecco a voi, Castellammare.

https://www.facebook.com/lecolicheprod/videos/230611011171518/

Il titolo è un chiaro riferimento alla fissazione di Calcutta per i nomi di città: è lui ad aprire il testo, raccontando il cenone vegano, mentre Carl Brave ha scelto «il porchetta abusivo». I fan dell’Indie vanno in visibilio: paracetamolo, gli aperitivi, Matilda e il Love di Tommaso Paradiso. Il testo è un continuo rimando ai cliché dei cantanti presi simpaticamente in giro, mentre la seconda strofa presenta i nuovi featuring. C’è Levante che parla di Carla Fracci, Arisa che richiama il pezzo sanremese “La Notte”, Ghali che racconta il ramadan in Tunisia e il Natale in Lombardia mentre Liberato dice di non aver mai ricevuto regali dalla mamma perché «non si sapeva mai chi ero». E poi la Dark Polo Gang con la nonna che «si sbanca», Elettra Lamborghini che twerka e Gazzelle, quello vero stavolta, che cerca di riportare un po’ di tristezza. Insomma, ci sono davvero tutti, e «il Natale Indie è virale».

(Credits immagine di copertina: Instagram lecoliche)