Ragazzi siriani vittima dei bulli razzisti in Inghilterra | VIDEO

di Enzo Boldi | 29/11/2018

  • L'aggressione xenofoba ai danni di due ragazzi siriani ha scioccato l'Inghilterra

  • Diffuso online il video delle violenze dei bulli ai danni di un 15enne in una scuola di Huddersfield

  • La famiglia è rifugiata politica nel Regno Unito dal 2016 dopo esser fuggita dalla guerra grazie all'Onu

Immagini che hanno scioccato l’opinione pubblica inglese in un Paese da sempre all’avanguardia per la sua politica di integrazione. Il video che ha diviso l’Inghilterra, diffuso prima sui social e poi dalle principali testate del Regno Unito, mostra il pestaggio di alcuni bulli ai danni di un 15enne siriano, fuggito dal proprio Paese in perenne guerra e con lo status di rifugiato politico. Urla, spinte, schiaffi e vessazioni continue a cui il giovane veniva sottoposto quotidianamente da alcuni bulli di una scuola di Huddersfield, cittadina a Nord di Londra situata tra Liverpool e Leeds. Ma non c’è solo questo video. I ragazzi siriani vittime di questo bullismo di stampo razzista sono due. L’altra vittima, infatti, è la sorella.

LEGGI ANCHE > Urla, schiaffi e spintoni a bambini di due anni. Arrestato maestro d’asilo | VIDEO

Il 15enne – di cui, per ovvi motivi di tutela in quanto minorenne, non è stato diffuso il nome -, secondo i racconti dei suoi genitori avrebbe subito diversi attacchi di bullismo xenofobo nel corso del tempo. Quello immortalato nel video diffuso online, quindi, sembra non esser stato l’unico episodio di violenza razzista e sul web gira anche un altro filmato con l’aggressione ai danni della sorella del giovane. I due giovani rifugiati siriani sono finiti nel mirino di coetani che hanno pensato di sfogare le loro frustrazioni su di loro a suon di botte e vessazioni.

I due fratelli siriani vittima dei bulli xenofobi

Nel video pubblicato online, si vede il giovane camminare nel campo della scuola di Huddersfield con lo zaino in spalla, prima di essere raggiunto da almeno due ragazzi – il bullo autore del pestaggio e chi ha ripreso l’orrenda scena con il proprio smartphone – che hanno iniziato a ricoprirlo di insulti. Poi il 15enne siriano è stato colpito, fatto cadere in terra e gli è stata «lavata» la faccia con una bottiglietta d’acqua. Il ragazzo, con un evidente tutore al braccio sinistro, si rialza e si allontana, come rassegnato da una triste consuetudine. Le immagini hanno provocato forte indignazione ed è stata aperta una raccolta fondi in favore della famiglia dei due fratelli siriani che in poche ore ha raggiunto le 100mila sterline. Nonostante l’affetto della gente, però, i genitori stanno pensando di abbandonare il Regno Unito a causa di questi giovani e idioti bulli xenofobi.

La famiglia è rifugiata politica dal 2016

La famiglia siriana è arrivata in Inghilterra nel 2016, dopo esser fuggita dal conflitto in Siria grazie a un programma dell’Onu dedicato ai profughi di guerra. Sono arrivati ad Huddersfield dopo aver trascorso un periodo in Libano, all’interno di un campo di rifugiati, prima di poter arrivare in Europa attraverso un corridoio umanitario che ha consentito loro di ottenere lo status di rifugiati politici.

(foto di copertina: da video condiviso sui social network)