Giulia De Lellis, il «sesso violento» e le critiche per la foto in intimo

di Enzo Boldi | 26/11/2018

Giulia De Lellis
  • Giulia De Lellis ha pubblicato una foto in intimo nella Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • «L’unica forma d’amore che conosco io è quella dove di violento c’è un sesso che fa stare bene l’attimo dopo»

  • Molti utenti, stizziti, hanno criticato la scelta di quella immagine e le sue parole

Sbagliare nei modi e, soprattutto, nei tempi. Ma Giulia De Lellis non ci deve aver fatto caso e ha scelto la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne per postare sul proprio profilo Instagram una foto in intimo. La scelta è stata aspramente criticata dalla rete che l’ha criticata non solo per l’immagine utilizzata (seppur poco consona alla particolare ricorrenza del 25 novembre), ma anche per il commento con cui ha deciso di accompagnare quello scatto. In un giorno così importante per la rivendicazione dell’essere donna, l’ex corteggiatrice di uomini e donne ha parlato di «sesso violento che ti fa star bene».

LEGGI ANCHE > Giulia De Lellis, il «parka in pelliccia di procione» e l’ira di Daniela Martani

Scivolone social, il classico di chi sceglie Instagram, Facebook e Twitter ogni giorno per gridare al mondo il proprio pensiero su qualsiasi cosa. Ed è così che, scrollando sul social network delle foto, ci si imbatte in una foto in reggiseno e mutande di Giulia De Lellis. L’intento, seppur mal riuscito, era anche buono: sottolineare come una donna – nella giornata dedicata al ricordo che la femminilità non debba essere soffocata e fagocitata dagli uomini – debba esser libera di vivere un amore e denunciare maltrattamenti che vanno al di là di qualsiasi concezione sentimentale.

Giulia De Lellis e la foto su Instagram contro la violenza sulle donne

Alla fine, però, gli utenti hanno interpretato quella fotografia come denigrante. Alcuni hanno scritto che non è questo il modo di presentarsi pubblicamente, altri le hanno dato «consigli» sul come vestirsi, criticando aspramente la scelta di quella foto. Poi c’è chi le ricorda che è proprio per scatti (e atteggiamenti) come i suoi che spesso e volentieri la donna viene considerata un oggetto dall’uomo. Una sorta di mercificazione che, al tempo dei social, viene ancor più acuita dalla sovraesposizioni di immagini di donne – come in questo caso – in lingerie.

 

Il Medioevo social

Tra i tanti commenti sotto la foto di Giulia De Lellis, pubblicata nella giornata contro la violenza sulle donne, c’è anche chi si scaglia contro ciò che ha scritto la stessa ex corteggiatrice di Uomini e Donne a corollario dell’immagine. «L’unica forma d’amore che conosco io è quella dove di violento c’è un sesso che fa stare bene l’attimo dopo», scrive su Instagram, con molte donne che hanno ritenuto alquanto inopportuno estrinsecare le proprie pulsioni (in pochi caratteri) su un tema così delicato.

(foto di copertina: Profilo Instagram di Giulia De Lellis)