Stranger Things Day: la grande delusione

di Gaia Mellone | 06/11/2018

  • Non è ancora stata rilasciata la data della messa in onda della terza stagione

  • Sui social grande attesa per il lancio del trailer (che non c'è)

  • L'invito ad andare a votare alle elezioni di metà mandato

Il 6 novembre 1983 è sparito Will Byers. Se non avete vissuto sotto una roccia negli ultimi anni sapete di chi si tratta: è il bambino che ha dato il via alla saga di Stranger Things. Oggi infatti si celebra il #strangerthingsday, un’anniversario speciale per i nerd fan della saga, che Netflix ha tenuto sulle spine. Ma nessuna rivelazione: solo un invito a travestirsi. E andare a votare.

LEGGI ANCHE > Stranger Things è stata accusata di plagio

Stranger Things Day, tutto qua?

Con un tweet condiviso il primo novembre, Netflix ha postato un video che ripercorre le prime due stagioni della serie cult, inserendo anche un tributo ai fan che per Halloween si sono vestiti come i personaggi della storia. Da Eleven, in versione “Bitchin” o con gli amati Eggos, fino a Dustin Henderson vestito da ghost buster, passando per il Demagorgone e la compianta Barb. Ci sono proprio tutti, in versione originale e cosplay, per celebrare il primo di una lunga serie di Stranger Things Day.

La serie ha fin da subito riscosso un enorme successo presso il pubblico della piattaforma di streaming. La storia ideata da  Matt e Ross Duffer e prodotta da Camp Hero Productions e 21 Laps Entertainment è stata pluripremiata in moltissime kermesse tra cui gli Emmy Awards, considerati gli Oscar della televisione, dove nel 2017 si è aggiudicata 5 premi su 18 nominations, risultando tra i programmi più nominati.

Insomma, i fan di tutto il mondo hanno passato la giornata attaccati ai canali social, sperando di avere anticipazioni sulla terza stagione. Quando uscirà? quale sarà la prossima avventura dei bambini di Hawkins? Quanti episodi saranno? Nulla di tutto questo. Lo Stranger things day altro non è che una mossa per invitare i fan a travestirsi per «onorare Will travestendosi, mangiando eggos, lanciando memes  e guardare Stranger Things». Ah, e anche andando a votare per le elezioni di metà mandato.

Sotto il tweet i commenti di disappunto sono molti, ma al momento in cui scriviamo sembrerebbe essere tutto una grandissima “trollata”, per dirla in gergo. La speranza è che Netflix stia solo cercando di tenere alta l’attenzione e rilasci qualche informazione prima della fine di questa giornata.

Stranger Things, dove eravamo rimasti

Ci siamo lasciati con la discussa scena del ballo, dove Eleven e Mike si scambiano un fugace bacio durante il ballo scolastico. La comitiva di bambini era uscita da un anno davvero difficile: dopo essersi nascosta nella casa in montagna del capo della polizia Jim Hopper, interpretato magistralmente da David Harbour, Undici (Millie Bobbie Brown) aveva deciso di riunirsi ai suoi amici, sopratutto a Mike ( Finn Wolfhard) che ha sempre occupato un posto speciale nel suo cuore – era stato lui infatti a darle un tetto sopra alla testa nella prima stagione, superando le “stranezze” della bambina prodigio. Afflitta dalle rigide regole di Hopper, decide di voler scoprire qualcosa in più sul suo passato e si lancia in un’avventura solitaria, alla ricerca di un’altra bambina. Finisce quindi con un gruppo di bambini speciali come lei, vittime degli esperimenti del crudele scienziato di Hawkins Lab. Insieme a Kali (Linnea Berthelson), il cui nome in codice è Otto e che ha il potere di far vedere alla gente tutto ciò che vuole, e alla sua banda intraprende una missione omicida contro tutti i partecipanti al programma sperimentale, ma alla fine abbandona per tornare dai suoi amici – meno “cool” forse, ma più veri. Durante la sua assenza è però arrivata Maxine “Max” Mayfield (interpretata dalla statunitense Sadie Sink). La giovane rossa colpisce al cuore Dustin (Gaten Matarazzo), e alla fine viene accettata nel gruppo nonostante le resistenze di Mike che continua a sostenere che Undici è viva e che la debbano andare a cercare. Proprio il tentativo della new entry di convincere Mike a fidarsi porta fuori strada Undici, convincendola che tra i due ci sia un feeling che credeva sua esclusiva. E come succede nelle migliori compagnie di adolescenti, due ragazze forti e carine portano sempre un certo carico di problemi. Questioni adolescenziali che passano poi  in secondo piano per affrontare l’ennesima sfida del mondo del Sottosopra.

Nonostante il Demagorgone fosse stato sconfitto nello scontro con Undici, il mondo alternativo era ancora dominato da terribili mostri. Uno di questi è il Mind Flyer, il mostro di fumo, che aveva stabilito un contatto privilegiato con Will Byers (Noah Schnapp), la prima vittima del sottosopra dove era rimasto imprigionato dando il via alla storia nella prima stagione. Will infatti continuava ad avere allucinazioni, o meglio, riusciva a vedere la compenetrazione tra le due realtà parallele. Ad un certo punto viene posseduto dal mostro, che lo trasforma in una “spia inconsapevole”. L’obbiettivo del Mind Flyer è diffondere le proprie radici in tutto il sottosuolo di Hawkins, per riuscire a dominarlo completamente. Una minaccia intercettata da Hopper che, insieme ad una Joyce (Wynona Ryder) nuovamente isterica e preoccupata per gli strani comportamenti del figlio, si lancia nella risoluzione dell’enigma. Intanto, il grande triangolo amoroso che vede Nancy al centro si era sciolto: la sorella di Will sceglie una volta per tutte Jonathan Byers (Charlie Heaton), relegando Steve Harrington (Joe Keery) al ruolo di ex fidanzato. Una svolta che però trasforma il suo personaggio da belloccio superficiale in divertente e leale “fratello maggiore”. Tutte e tre le strade finiscono con l’intersecarsi alla fine nella grande sfida con il mostro dell’Upside Down. Grazie ai suoi poteri telecinetici, Undici riesce a proteggere il suo mondo dal Mind Flyer, che però continua a vivere da qualche parte nell’universo. E proprio da lì, prendere il via sul terzo capitolo.

Cosa sappiamo della terza stagione

La terza si svolgerà nel tardo 1985: scopriremo le evoluzioni delle varie storie amorose, mentre a Will sarà regalata, finalmente, un po’ di tranquillità. Il produttore esecutivo Shawn Levy ha dichiarato all’Hollywood Reporter che «non potevamo fargli attraversare l’inferno per la terza volta consecutiva. Will farà cose, ma non verrà trascinato a fondo». La nuova minaccia vedrà l’intervento di un personaggio rimasto marginale durante le prime due stagioni, la sorellina di Lucas, Erica (Priah Ferguson), che stando a quanto dichiarato da Ross Duffer avrà un ruolo molto più centrale:«Erica e la sua gang affronteranno una missione per salvare Hawkins da un nuova, inattesa e pericolosa minaccia» aveva detto in un’intervista con Yahoo. Più spazio verrà dato anche alle vicende di Otto a Chicago e al fratellastro maggiore di Max, Billy (Dacre Montgomery). Un nuovo personaggio, Robin, sarà invece interpretato da Maya Hawke, descritta come una «ragazza alternativa, annoiata dal suo lavoro quotidiano e in cerca di un po’ di eccitazione». E a Hawkins di certo, non ci si annoia mai.

(credits immagine: screen dal video postato su twitter dall’account ufficiale Stranger Things)