Milena Gabanelli e l’approfondimento su Alitalia che fa arrabbiare gli esperti

di Redazione | 05/11/2018

gabanelli alitalia
  • L'approfondimento sembra a favore di un contributo tutto italiano per il rilancio della compagnia

  • Alcuni dati vengono criticati da esperti ed economisti su Twitter

  • Gabanelli si scontra con Michele Boldrin

Milena Gabanelli ha dedicato per Dataroom sul Corriere un approfondimento su Alitalia. Approfondimento però che è stato aspramente criticato da diversi economisti ed esperti in materia. Perché sembra a favore di un contributo tutto italiano per il rilancio della compagnia di bandiera e perché, per diversi tecnici, conterrebbe qualche inesattezza.

LEGGI ANCHE > L’Alitalia che verrà (con lo Stato che ci torna)

«La signora del @DataroomCorsera è anche esperta di management, trasporto aereo, finanza e piani industriali. Un genio: non c’è campo del sapere umano dove non si cimenti producendo bufale propagandistiche del populismo più becero. Fatela CEO di Alitalia, vedrete i miracoli!», ha scritto per esempio su Twitter l’economista Michele Boldrin.

Sotto il tweet la giornalista stessa ha replicato dall’account di Dataroom: «Caro Boldrin, sono solo una giornalista. Come tutti i giornalisti mi occupo di argomenti diversi, dopo essermi informata nel modo più completo possibile. Se non è d’accordo su quanto scritto su Alitalia, dia i suoi dati e opinioni. Un professore non ha bisogno di infamare. MG». «Cara Gabanelli – riattacca Boldrin – lei usa “infamare” con troppa leggerezza. Lei ha il dovere di documentare obiettivamente articoli e servizi. Sta a lei portare evidenza solida delle sue affermazioni che sono altrimenti gratuite. Ha provato a sentire, per esempio, un esperto come @AndreaGiuricin?». L’economista cita Giuricin, , docente di Economia dei trasporti all’università Bicocca, decisamente contro il piano di rilancio che ha in mente il governo. Ovvero quello riguardante la partecipazione di Fs.

Lo scambio tra Boldrin e Gabanelli è decisamente interessante perché oltre ai due protagonisti ci sono diversi utenti che sottolineano alcune incongruenze.

Come sottolineava qualche giorno fa Giuricin, che ricordiamolo non è un consulente di Etihad, Alitalia ha perso 600 milioni negli ultimi 18 mesi. Sono passati 18 mesi dal Commissariamento e non esiste strategia e il prestito ponte non sarà restituito agli italiani, ma allungato. Alitalia, come sottolinea il docente, perderà 2 milioni di euro al giorno nei prossimi mesi.