USA, chiede e ottiene la sedia elettrica. E prima di morire dice: «Let’s rock»

di Redazione | 02/11/2018

sedia elettrica
  • Edmund Zagorski ha chiesto la sedia al posto della iniezione letale

  • L'uomo è stato condannato per l'omicidio di due persone riguardo al traffico di droga

  • Zagorski, quando fu legato alla sedia, sorrideva, mentre il suo avvocato, Kelly Henry, sorrideva a lui

Edmund Zagorski, 63 anni, ha affrontato la sua condanna a morte con una certa filosofia. Ha chiesto che la sua esecuzione, in un carcere del Tennessee, venisse eseguita con la sedia elettrica. Accontentato, prima di morire, ha pronunciato: “Let’s rock!”.

LEGGI ANCHE > Parla la madre di Desirée: «Stanno violentando mia figlia anche da morta»

L’uomo fu giudicato colpevole dell’omicidio di due uomini, nel 1983, per motivi collegati ad una vendita di droga. La stampa presente sul posto afferma che Zagorski, quando fu legato alla sedia, sorrideva, mentre il suo avvocato, Kelly Henry, sorrideva a lui.

Qui un servizio diffuso su Facebook dalla emittente NewsChannel 5.

L’avvocato Henry ha poi spiegato che il suo cliente le aveva detto che l’ultima cosa che avrebbe voluto vedere era il suo sorriso. Il suo assistito ha optato per la sedia elettrica perché la riteneva meno dolorosa dell’iniezione letale che prevede invece una morte più lenta. Era dal 2007 che nel Tennessee non veniva eseguita una esecuzione capitale con la sedia elettrica, mentre in tutti gli Stati Uniti dal 2000 sono state 14 le persone morte con questa tipologia di esecuzione.

(foto screenshot da NewsChannel 5)