L’attentato alla Sinagoga di Pittsburgh e quell’hashtag #jewsdid911

di Enzo Boldi | 30/10/2018

Jewsdid911, pittsburgh
  • Sabato scorso l'attentato alla Sinagoga di Pittsburgh

  • Sui social nasce l'hashtag Jewsdid911 che accusa gli ebrei dell'attacco alle Torri Gemelle

  • Dall'11 settembre 2001 un clima di odio acuito dai social

All’indomani dell’attentato alla sinagoga di Pittsburgh, che ha portato alla morte di 11 persone e al ferimento di altre due, sui social si è diffuso un oscuro hashtag ad accompagnare immagini antisemite e accusatorie nei confronti della comunità ebraica: Jewsdid911. Il chiaro messaggio che sta passando in queste ore sulla rete, in special modo tra i contenuti condivisi su Instagram negli Stati Uniti, è che la ci sia una mano ebrea dietro l’attentato alle Torri Gemelle di New York dell’11 settembre 2001.

LEGGI ANCHE > Lello Di Segni, l’ultimo sopravvissuto al rastrellamento di Roma, è morto

L’analisi fatta dal New York Times evidenzia come inserendo la parola «Jews» (ebrei, in inglese) all’interno del motore di ricerca di Instagram, siano apparsi oltre 11mila post con l’hashtag #jewsdid911, sostenendo che gli ebrei abbiano orchestrato gli attacchi terroristici dell’11 settembre. Altri hashtag sul social delle foto rimandano a un’ideologia di stampo nazista, incluso il numero 88, un’abbreviazione usata in Germania (e non solo) per il saluto nazista «Heil Hitler» (con il doppio numero otto che rappresenta la lettera «H» nell’alfabeto).

Jewsdid911, l’attacco alla comunità ebraica dopo l’attentato di Pittsburgh

Il tutto dopo la tragedia che ha portato alla morte di 11 persone che si trovavano raccolti nella Sinagoga di Pittsburgh per mano del folle 46enne Robert D. Bowers che, armato di un fucile d’assalto e almeno tre pistole ha aperto il fuoco contro i fedeli. Un gesto che, forse, era prevedibile proprio facendo attenzione ai messaggi antisemiti (con tanto di teorie cospirazioniste sugli ebrei) che l’assassino condivideva da tempo sui social network.

Le accuse agli ebrei di aver architettato l’attentato dell’11 settembre

E i messaggi di odio proseguono anche dopo la tragedia, con la comunità ebraica che – oltre a dover piangere i propri morti – ora deve fare i conti anche con il ritorno alle accuse di responsabilità sulla più grande tragedia che ha colpito gli Stati Uniti, quella dell’attentato al World Trade Center di New York dell’11 settembre 2001.

(foto di copertina: Aaron Jackendoff/SOPA Images via ZUMA Wire)