Frana a Crotone, muoiono quattro persone: stavano riparando una condotta fognaria

di Redazione | 28/10/2018

Crotone
  • L'incidente è avvenuto a causa del maltempo

  • Tra le vittime anche il titolare dell'azienda

  • Altre quattro persone sono sopravvissute

L’incidente è avvenuto nella tarda serata di sabato 27 ottobre in provincia di Crotone. Massimo Marelli, titolare dell’omonimo gruppo, Santo, Luigi Ennio Collacino e Mario Cristofaro stavano effettuando alcuni lavori di emergenza a una condotta fognaria logorata dal maltempo quando una frana li ha trascinati via, uccidendoli.

LEGGI ANCHE > Migrante giù da un treno, la denuncia del consigliere Pd: «Dipendente Trenitalia ha detto ‘meglio lui che un altro’»

Altre quattro persone hanno assistito all’incidente senza poter fare niente per i loro colleghi.

Marelli, noto imprenditore del crotonese nel settore delle strutture sanitarie, stava lavorando nella sua tenuta in località Sant’Andrea, nel comune di Isola Capo Rizzuto.

Intervenuti sul luogo dell’incidente, i vigili del fuoco di Crotone hanno potuto solo recuperare i cadaveri.

Il senatore del Pd Ernesto Magorno ha commentato la vicenda: “Dolore per la terribile tragedia di Crotone in cui hanno perso la vita quattro persone tra cui l’imprenditore Massimo Marrelli. Vicinanza alle famiglie delle vittime”.


Il segretario generale della Cgil Area Vasta, Raffaele Mammoliti, segretario dell’Ust Cisl Magna Graecia, Francesco Mingrone, segretario generale della Uil Crotone Fabio Tomaino hanno rilasciato una nota sulla tragedia: “Il terribile incidente accaduto stanotte a Crotone lascia sgomenta un’intera regione.Oggi e’ il momento del dolore. Dello sconforto. Ma è, anche, il momento di dire nuovamente basta agli incidenti sul lavoro. Le riunioni sull’argomento sono state molteplici. Gli appelli a tutti gli organi competenti pure. Eppure, ancora oggi, ci ritroviamo costretti a piangere quattro morti”.

(Foto credits: Twitter)