Roberto Benigni abbandona Pinocchio e diventa Geppetto nel film di Garrone

di Gaia Mellone | 26/10/2018

  • L'attore: «Un grande personaggio, una grande storia, un grande regista»

  • Le riprese del film inizieranno i primi mesi del 2019

  • Benigni aveva firmato la regia dell'omonima pellicola nel 2002 stroncato dalla critica

Il Pinocchio diretto e interpretato da Roberto Benigni è , fortunatamente, un lontano ricordo. La fiaba però è ancora molto cara all’attore toscano che sarà uno dei protagonisti della nuova versione diretta da Matteo Garrone: stavolta interpreterà Geppetto.

LEGGI ANCHE > Dogman di Matteo Garrone rappresenterà l’Italia agli Oscar

Pinocchio secondo Matteo Garrone: «Una storia che mi è vicina da sempre»

A portare nuovamente sui grandi schermi la storia di Collodi sarà Matteo Garrone, reduce dal grande successo di Dogman. «Girare finalmente Pinocchio e dirigere Roberto Benigni sono due sogni che si avverano in un solo film» ha affermato il regista premio Oscar, che ha raccontato di aver amato le avventure del burattino fin da piccolo: «Ho sempre sentito in quella storia qualcosa di familiare. Come se il mondo di Pinocchio fosse penetrato nel mio immaginario, tanto che in molti hanno ritrovato nei miei film tracce delle sue avventure» ha spiegato alla stampa. Il film, le cui riprese inizieranno nel 2019 e si svolgeranno interamente in Italia tra  Lazio, Toscana e Puglia è una produzione italo-francese ed è prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, in associazione con Recorded Picture Company. Le mirabolanti avventure del burattino più famoso del mondo si trasformeranno in una pellicola «per tutti la famiglia» assicura Garrone, che ha pubblicamente ringraziato Roberto Benigni per «la fiducia che mi ha dimostrato accettando di condividere con me questa nuova, spericolata avventura».

Roberto Benigni, dopo il flop del suo Pinocchio lavorare con Garrone è pura «felicità»

Roberto Benigni sarà uno dei protagonisti, ma fortunatamente ha abbandonato il ruolo principale. Nel 2002 infatti l’attore toscano curò la regia di Pinocchio interpretandone anche il protagonista. Nonostante sia il film più costoso della storia del cinema italiano (45 milioni di euro), si rivelò un grandissimo flop. La critica parlò di poco sentimento e poca partecipazione degli attori, sopratutto della moglie Nicoletta Braschi, che interpretava la Fata Turchina, ma anche dello stesso Roberto nel ruolo del burattino. A salvarsi furono per lo più le scenografie e i costumi. Stavolta quindi, niente interpretazioni legnose: Benigni sarà infatti Geppetto, il papà di Pinocchio. «Roberto ha divertito e commosso milioni di spettatori in tutto il mondo» ha dichiarato Garrone, spiegando che la scelta non poteva non cadere su di lui perché «riesce a emozionare il pubblico di ogni età». L’entusiasmo per questa nuova sfida e la stima per il regista sono condivisi e traspaiono anche dalle dichiarazioni di Benigni : «Un grande personaggio, una grande favola, un grande regista» ha dichiarato, aggiungendo che «fare Geppetto diretto da Matteo Garrone è una delle forme della felicità».

Roberto Benigni torna al cinema per interpretare Geppetto in #Pinocchio, il nuovo film scritto e diretto da Matteo…

Gepostet von Matteo Garrone am Freitag, 26. Oktober 2018

(Credits immagine di copertina: condivisa su Facebook da Matteo Garrone)