Facebook lancia la funzione “Music”, decretando la morte definitiva di MySpace

di Gaia Mellone | 25/10/2018

  • La nuova funzione permette di aggiungere una canzone ai post e alle stories

  • In futuro si potrà aggiungere una traccia al proprio profilo

  • Facebook lancia anche l'app Karaoke

C’era una volta, nel lontano 2003, il primo grande social network. Si chiamava MySpace, e aveva un successo senza precedenti. Poi arrivano Facebook e YouTube, e ne decretarono la morte sociale. Perché il social creato da Tom Anderson e Chris DeWolfe, che univa il concetto di blog a quello di chat e che ha compiuto 15 anni questa estate, è ancora attivo, ma non c’è nessuno. Forse gli unici che ancora lo usano sono i musicisti, che lo sfruttano come vetrina. E proprio la musica è l’ultima cosa che Facebook gli ruberà. 

LEGGI ANCHE > Cambridge Analytica, Facebook se la cava con una multa di 600mila euro

Facebook introduce la musica per i profili degli utenti

Pare infatti che il padrone incontrastato dei social stia realizzando una nuova feature per i suoi utenti: la possibilità di aggiungere la musica al proprio account Facebook. Il paragone con MySpace è d’obbligo. Il widget permetteva di personalizzare il proprio profilo scegliendo una traccia musicale, per raccontare qualcosa in più di sé. Era sicuramente una delle caratteristiche che rendevano vincenti MySpace, tanto che con gli anni venne ampliata permettendo agli iscritti di creare una mini playlist che partisse automaticamente quando si visitava il profilo. La nuova funzione di Facebook funzionerà esattamente allo stesso modo.

Facebook Music, la prima versione che aggiunge musica ai post

Visitando un profilo partirà automaticamente una canzone, e al visitatore verrano mostrate anche la foto dell’artista e una breve biografia. Ognuno potrà scegliere la canzone con cui decorare la propria bacheca da un catalogo di milioni di canzoni: è lo stesso a cui attinge Instagram. L’opzione sarà testata nei prossimi mesi, ma Mark Zuckerberg ha già annunciato che Facebook Music sarà parzialmente attivo, permettendo di aggiungere musica alle stories, cosi come sul social fotografico, e anche ai post. Il funzionamento è pressoché identico: al momento della pubblicazione della storia o del post, l’utente potrà cliccare sull’etichetta “musica” e aggiungere un estratto della traccia preferita. Una feature che potrebbe influenzare pesantemente gli amici che aggiungete su Facebook. Se prima ci si innervosiva per dei post “stupidi” o lontani dal nostro gusto, immaginate cosa potrà succedere con l’avvio automatico delle aggiunte musicali. Un consiglio: fate pulizia e tenente solo persone con gusti simili ai vostri.

Facebook insiste con la musica con la funzione karaoke

L’ultima trovata musicale sicuramente ammicca al pubblico più giovane, che secondo gli ultimi dati sta abbandonando in massa il social. Sempre rivolta a loro sarà un’altra app che Facebook lancerà nei prossimi mesi: è Lip Sync Live, una sorta di funzione Karaoke che permette di registrarsi mentre si canta il labiale di una canzone, o mentre la si balla. Se vis una familiare, è perché esiste già: è Musically, oppure Tik Tok, dipende dai gusti. Insomma, Facebook ha copiato le stories a Snapchat, ha copiato Whatsapp, adesso copia la musica a MySpace, e copia anche  le “mini performance” di canto. Zuckerberg è il classico compagno di banco geniale che studia la metà ma sa trasformare i tuoi appunti mediocri in un saggio meraviglioso. Continua a copiare, e continua a vincere.

(Credits copertina: immagini dal Press Kit ufficiale di Facebook Newsroom )

 

TAG: Facebook