Il Tar accoglie il ricorso di Ternana e Pro Vercelli e potrebbe stravolgere Serie B e C

di Enzo Boldi | 24/10/2018

Calendari serie B
  • La sentenza del Tar riapre le porte a una Serie B a 22 squadre

  • Accolti i ricorsi di Ternana, Pro Vercelli, Siena e Novara

  • Cambierà poco: la decisione sarà comunque presa dalla Figc che potrebbe non modificare nulla

Tanto tuonò che piovve. Anzi, diluviò. Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso della Ternana e della Pro vercelli, club che attualmente militano in Serie C, contro la modifica delle norme Noif (regolamento organizzativo interno alla Federazione) che avevano comportato la riduzione a 19 squadre (dalle 22 degli scorsi campionati) del format della Serie B, bloccando così i ripescaggi.

LEGGI ANCHE > I tifosi della Juve insultano Mourinho. E lui risponde con il gesto del triplete

Questo il testo del comunicato sulla sentenza di stamattina: «Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter), Accoglie l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospende i provvedimenti impugnati ai fini del riesame degli stessi nei sensi di cui in motivazione; Fissa per la discussione del merito l’udienza pubblica del 26 marzo 2019; Compensa le spese della presente fase. La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 23 ottobre 2018 con l’intervento dei magistrati: Germana Panzironi, Presidente Anna Maria Verlengia, Consigliere Francesca Petrucciani».

Cambierà la Serie B?

Ora starà al nuovo presidente della Figc, Gabriele Gravina, decidere se procedere con l’integrazione della Ternana, della Pro Vercelli, ma anche di Siena e Novara al campionato di Serie B. Secondo il parere del Tar del Lazio, infatti, il club umbro e le altre squadre protagoniste di questa vicenda dovrebbero essere ripescati tra i cadetti, nonostante abbiano già giocato 5 partite tra le altre compagini della Serie C.

La decisione del Tar, però, non entra nel merito della questione

I facili entusiasmi dei tifosi di Ternana, Pro Vercelli, Novara e Siena sono, però, quasi spenti dalla realtà dei fatti. La sentenza del Tar del Lazio non entra nel merito della questione: non obbliga, cioè, la Federcalcio a fare nulla. È più che altro un parere che (nell’immediato) potrebbe essere raccolto – o lasciato cadere – dalla Figc. Infatti, come si legge nel comunicato, la nuova data fissata tra le parti è per il 26 marzo 2019, quando i campionati di Serie B e C si staranno avviando all’epilogo stagionale. Nel frattempo, la Lega di Serie C ha sospeso il recupero di alcune partite previste per oggi.