Mediaset venderà la piattaforma Premium a Sky

di Enzo Boldi | 17/10/2018

Mediaset Premium

Ad analizzare quanto accaduto con l’auto-estromissione di Mediaset dalla lotta per i diritti televisivi della Serie A, era palese che qualcosa stesse bollendo nella pentola di Fininvest e le notizie che arrivano sembrano confermare questa linea. Piersilvio Berlusconi, infatti, avrebbe deciso di vendere Mediaset Premium – la piattaforma pay tv nata per contrastare l’egemonia dell’emittente satellitare di Rupert Murdoch – proprio ai «rivali» di Sky.

LEGGI ANCHE > La pessima figura di SkyTg24 con Carlo Rovelli: «Per parlare di donne nella fisica è più autorevole un uomo»

La notizia è stata rilanciata dal Sole 24 Ore che ha spiegato come l’opzione per la cessione del pacchetto Premium – gestito dalla società R2 – sarà esercitata il prossimo 1 novembre e si concluderà entro il giorno 30 dello stesso mese. Per ultimare tutte le operazioni, però, servirà prima il consenso da parte dell’Antitrust UE che dovrà verificare la legittimità di questa cessione.

Mediaset Premium passerà a Sky

La lunga manovra ha origine qualche mese fa. Il mondo televisivo era in fermento per l’acquisizione dei diritti televisivi calcistici legati alla Serie A, con il primo bando – vinto da Mediapro – annullato e il secondo conquistato (con l’assegnazione di tre pacchetti differenti) da Sky e Perform (l’azienda che gestisce Dazn). Mentre la «guerra» andava avanti, Mediaset era lì, sulla sponda del fiume a guardare la situazione senza fare alcuna offerta per ottenere i diritti per trasmettere le partite di campionato.

Gli effetti del voltafaccia di Vivendi

Nel frattempo, Mediaset trovava accordi proprio con Sky per l’immissione nei pacchetti della tv di Murdoch di alcuni canali Premium: dall’utilizzo della tessera digitale terrestre per potersi abbonare anche a Sky, fino alla trasmissione di Premium Comedy, Premium Stories, Premium Cinema e altri canali che – fino allo scorso maggio – erano esclusiva di Cologno Monzese. Ora le carte in tavola stanno portando alla luce la mossa di Piersilvio Berlusconi che, attraverso questa cessione, punta a rinsaldare il bilancio consolidato dell’azienda del gruppo Fininvest, ancora scottata dal voltafaccia di Vivendi del 2016.

(foto di copertina: ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO)