Giada Dell’Acqua, l’ex pattinatrice azzurra morta nel sonno a 28 anni

di Redazione | 12/10/2018

Giada Dall'Acqua

La tragica morte di Giada Dell’Acqua richiama alla mente quella altrettanto drammatica di Davide Astori. Entrambi sportivi (Astori era il capitano della squadra di calcio della Fiorentina, Giada Dell’Acqua era ex nazionale azzurra di pattinaggio nelle specialità Solo Dance e Coppia Danza), entrambi giovanissimi, entrambi morti improvvisamente nel sonno.

LEGGI ANCHE > Tragedia nel nuoto sincronizzato, morta la 20enne Noemi Carrozza

L’inspiegabile morte di Giada Dall’Acqua

Questo è il destino toccato alla 28enne di Rimini. Si era distesa sul divano per riposare dopo pranzo, ma non si è più svegliata. Giada Dell’Acqua lascia il compagno, Thomas, sposato dallo scorso mese di settembre e un bambino avuto un anno e mezzo fa. La ragazza, nonostante avesse abbandonato l’attività agonistica che l’aveva portata anche alla convocazione in nazionale, era impegnata in un progetto sportivo a Misano Adriatico, dove era diventata tecnico allenando la Società Pietas Julia Pattinaggio.

I messaggi di cordoglio per Giada Dall’Acqua

Per la 28enne ex azzurra è stata disposta una autopsia per indagare in profondità le cause del decesso. Tante le analogie con la morte di Davide Astori, ritrovato morto nella sua stanza d’albergo il 4 marzo, mentre si trovava in ritiro per preparare la partita in casa dell’Udinese. Sui social network si stanno moltiplicando i messaggi di cordoglio per Giada Dell’Acqua.

La Federazione Italiana Sport Rotellistici pubblica una sua fotografia su Facebook e scrive: «Ciao Giada, lasci un grande vuoto nella storia del pattinaggio artistico». Stessi toni anche da parte della società per la quale Giada Dell’Acqua lavorava, la Pietas Julia Pattinaggio: «Con il cuore a pezzi – si legge in un comunicato – oggi saremo in pista come sempre per continuare quella attività che lei condivideva con noi e che sono sicura vorrebbe che così venisse fatto».

[Foto dall’account Facebook Fisr]