«Non sbiancate la principessa Tiana», la petizione viene accolta dalla Disney

di Enzo Boldi | 01/10/2018

Principessa Tiana

La Disney fa un passo indietro, ascolta le recriminazioni dei fan e restituirà alla Principessa Tiana il proprio colore naturale. Nel trailer dell’ultimo film «Ralph Spaccatutto Internet», il personaggio della «Principessa e il ranocchio» aveva subito un restyling che aveva fatto storcere la bocca a molti appassionati, con l’operazione cosiddetta di «whitewashing» operata su una delle protagoniste di un film cult della Disney. Ma, come è stato annunciato, ora è stato fatto un passo indietro.

LEGGI ANCHE > James LeBron è il vero erede di Michael Jordan: parola di Bugs Bunny

Tra le principesse presenti nel secondo capitolo della saga legata al personaggio di Ralph Spaccatutto, compare anche Tiana, protagonista dello storico film Disney «La principessa e il ranocchio». Nella pellicola originale, la ragazza appariva scura di carnagione, ma nei primi trailer dell’ultimo film appariva «sbiancata» e molto meno afroamericana, provocando le ire di molti fan che hanno accusato di razzismo la casa cinematografica.

Principessa Tiana, simbolo di una battaglia anti-razzismo

Tanto clamore che ha spinto la Disney a tornare sui suoi passi e, nonostante la produzione della pellicola sia già stata ultimata, i tecnici stanno provvedendo a ripristinare il colore originale della pelle della Principessa Tiana. Una decisione spinta anche da Anika Noni Rose, attrice e cantante che ha doppiato Tiana nel film: «Ho ricordato invece quanto sia importante per le bambine (e per le donne) nere che si sono sentite rappresentate da Tiana che la sua pelle continui a essere scura come prima e che il naso sia quel piccolo naso rotondo che si trova anche sul mio viso e su tanti piccoli visetti neri in tutto il mondo, e che così raramente ritroviamo nei personaggi di fantasia».

Principessa Tiana, la Disney ha rischiato l’accusa di razzismo

Alla fine la Disney si è vista costretta a tornare sui suoi passi, accontentando le richieste dei fan e anche per evitare un’accusa di razzismo. Il film uscirà nelle sale americane il prossimo 22 novembre, mentre l’arrivo in Italia è previsto per il periodo natalizio.

(foto di copertina da profilo Twitter Impero Disney)