Agira: San Filippo come “Il Miracolo” di Ammaniti. Suda ma rimane sotto chiave | VIDEO

di Redazione | 28/09/2018

Ad Agira, piccolo comune di Enna, in Sicilia c’è una statua che suda. Per la precisione è quella di San Filippo, nella chiesa dell’abbazia. Alcuni fedeli hanno filmato il miracolo scatenando ora viaggi di pellegrini verso il paese. La chiesa di Nicosia ha avviato una istruttoria e il vescovo ha messo sotto chiave la statua, ma Maria Greco, prima cittadina (passato in Pd), chiede che si riapra la sacrestia. La storia è stata ricostruita oggi da Marino Niola per Repubblica. «Liberate il santo. San Filippo non può restare in carcere e nemmeno in castigo – spiega la sindaca – Perché il miracolo l’ha già fatto».

LEGGI ANCHE > Il Parroco di Regina Pacis ha negato i funerali dello Zanza

Il miracolo è tutto economico, anche se qualche fedele reclama già grazie ricevute. Con l’arrivo dei pellegrini le attività locali potrebbero tornare a vivere. La sindaca Greco rispetta il lavoro della commissione indicata dalla Curia ma sottolinea come lei stessa sia stata tenuta all’oscuro dei fatti in questione, con episodi del Santo avvenuti anche nei mesi precedenti. «A me interessa che si accerti presto la verità e che il santo sia liberato – ripete – perché il nostro centralino è intasato di chiamate. tante persone vogliono vederlo. San Filippo è venerato in 26 comuni del Sud e anche Malta». Intanto l’istruttoria della Curia continua ad andare avanti. San Filippo, un po’ come la Madonna ne “Il Miracolo” di Ammaniti, rimane sotto chiave. Salvo miracoli.

(in copertina il filmato girato da due fedeli che circola sui social. CornersOf TheWorld16/YT)