Briatore indagato per tentata corruzione e depistaggio

di Gaia Mellone | 25/09/2018

Questa mattina i militari del Primo Gruppo della Guardia di Finanza di Genova stanno eseguendo le misure cautelari che coinvolgono Flavio Briatore. Andrea Parolini, commercialista di Flavio Briatore, e l’ex direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Genova Walter Pardini sono sottoposti agli arresti domiciliari. Anche l’imprenditore è pero sotto accusa: tentata corruzione e depistaggio.

Flavio Briatore indagato, galeotto fu lo yatch

Briatore era già stato condannato per evasione fiscale e truffa a danno dello Stato per la vicenda legata al suo yatch “Force Blue“. Il proprietario del Billionaire era stato condannato a 18 mesi e alla confisca dello yatch per averlo utilizzato a uso diportistico senza versare la dovuta Iva (3,6 milioni di euro) nelle acque italiane da luglio 2006 fino a maggio 2010, indicando inoltre l’uso del carburante come esente da accise, esentandolo quindi dalle imposte. Lui e gli altri 4 imputati avrebbero poi emesso fatture per operazioni inesistenti. Nonostante la condanna, Briatore si è sempre dichiarato innocente, e proprio per far valere la sua posizione è ora indagato nuovamente.

Flavio Briatore indagato, le accuse di corruzione

Proprio per ammorbidire la sua posizione, avrebbe tentato di corrompere, tramite l’avvocato Andrea Parolini, l’ex direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Genova, Walter Pardini, in modo da utilizzare il documento a suo vantaggio durante il ricorso penale ancora in corso.

Sospese dal loro incarico due funzionarie del Fisco, sottoposte di Pardini, che si sarebbero prestate a falsificare il parere dell’Agenzia delle Entrate che faceva cadere le accuse penali a carico di Briatore.

(Credits immagine: ANSA/LUCA ZENNARO)