Arriva la “Mayochup”, ma davvero ne sentivamo il bisogno?

di Gaia Mellone | 18/09/2018

(Credits immagine: sito ufficiale Heinz) 

Da tempi immemori la salsa rosa si fa, erroneamente, mescolando ketchup e maionese sul piatto, magari usando proprio una patatina fritta. La vera salsa rosa invece dovrebbe essere mescolata con la forchetta, e la ricetta originale prevede di aggiungere alle due salse anche la Worcestershire sauce, il Cognac e la Senape. Ecco perché l’intruglio che si fa in casa prima della festa di compleanno non ha mai lo stesso sapore della salsa del cocktail di gamberetti.

Per i più pigri, in commercio se ne trovano a bizzeffe, prodotte da Calvè, Develey, Heinz e persino dalle sottomarche del supermercato. Insomma, non è cosi difficile trovare la vera salsa cocktail. Eppure, la Heinz, forse una delle marche più famose del mondo per la produzione di condimenti in tubetto, ha deciso di appropriarsi della ricetta più pigra.

Su twitter ha lanciato la Mayochup, che come suggerisce il nome, è l’unione di ketchup e maionese. Il tubetto riprende il colore rosa slavato tipico dell’intruglio domestico. Ha già conquistato il mercato del Medio Oriente e adesso sbarcherà nei supermercati americani. Sicuramente sarà un successo, ma davvero ce n’era bisogno? Evidentemente secondo il colosso Heinz, si. Tanto che per il debutto ufficiale ha anche organizzato un contest su Twitter, per far votare  quale sarà la prima città ad assaporare il nuovo prodotto. Una buona notizia per gli amanti del marketing e delle soluzioni facili, meno per gli amanti delle salse. Perché anche se si mangia junk food, bisogna farlo per bene.

(Credits immagine: sito ufficiale Heinz)

TAG: Heinz