Franco Frattini smentisce se stesso: «Il Tar ha sospeso il campionato di Serie B». Poi cambia idea

di Enzo Boldi | 18/09/2018

Calendari serie B

Il caos in cui vive il calcio italiano è degnamente rappresentato dalla situazione in cui sta sopravvivendo – affannosamente – la Serie B. Il campionato cadetto è al centro di una querelle che ormai va avanti da mesi, con il calendario fatto a 19 squadre – in luogo delle 22 previste – e la valanga di ricorsi arrivati dopo le decisioni della LNPB e della Figc. Ora, si è aggiunto un altro tassello che vede protagonista Franco Frattini, presidente del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, che questa mattina in un’intervista radiofonica ha annunciato la sospensione del campionato da parte del Tar, prima di annunciare su Twitter che la sospensione riguarda solo le squadre coinvolte nei ricorsi.

LEGGI ANCHE > Giorgetti dice che le Olimpiadi 2026 «sono morte qui», ma qualcosa si può ancora salvare

«Il fatto nuovo – ha spiegato Franco Frattini a radio InBlu – è che il Tar del Lazio oltre che sospendere la sentenza ha sospeso il campionato». Una doccia gelata per tutti, anche perché la sentenza del Tribunale amministrativo è arrivata sabato scorso e la terza giornata di Serie B era già iniziata con l’anticipo Venezia-Benevento ed è proseguita con le restanti partite in programma. «È chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale che il Tar ha stabilito al 9 ottobre – ha spiegato ancora Frattini nella sua intervista radiofonica – vuol dire che fino al 9 ottobre non si giocherebbe la serie B». Ma poi si scopre che non è proprio come ha dichiarato in radio ed è lui stesso a scriverlo sul suo profilo Twitter in risposta alla domande di un utente.

 

Cosa dice la sentenza del Tar sulla Serie B

Il testo del decreto monocratico del Tar, datato sabato 15 settembre 2018, fa intendere – ma non lo dichiara espressamente, che il ricorso della Pro Vercelli (e della Ternana) è stato accolto e per questo andrebbero sospese tutte le attività che hanno procurato danno alla società piemontese, come la compilazione dei calendari e l’avvio della stagione stessa. Ma si tratta di una sentenza che non riguarda l’intero campionato di Serie B.

«Ritenuto che – in considerazione del danno rappresentato (connesso all’avvio del Campionato, per quanto interessa la ricorrente, il 19 settembre 2018) – sussistano i presupposti per l’accoglimento della predetta istanza, ai fini del riesame in tempo utile, da parte del Collegio di Garanzia dello Sport, dei motivi di ricorso, ai fini del possibile ripescaggio della società F.C. Pro Vercelli 1892 S.r.l.. Per questi motivi, accoglie l’istanza di misure cautelari monocratiche, nei termini precisati in motivazione e fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 9 ottobre 2018»

Caos Serie B, da venerdì potrebbe nascere un nuovo campionato

Il 9 ottobre resta la data da segnare sul calendario, ma il caos attorno alla Serie B è sempre più fitto. Intanto, questo venerdì si riunirà il Collegio di garanzia per riesaminare la questione in una composizione completamente nuova. I colpi di scena sembrano non finire.