L’«inverosimile portavoce» del M5S: quando Marcello Foa criticava Rocco Casalino

di Redazione | 18/09/2018

rocco casalino

Potrebbero trovarsi a lavorare fianco a fianco in un futuro prossimo, Marcello Foa e Rocco Casalino. Il primo è il giornalista che la maggioranza M5S-Lega propone come nuovo presidente della Rai (e molto probabilmente lo diventerà, considerando il via libera che il leader del Carroccio Matteo Salvini ha ricevuto da Silvio Berlusconi). Il secondo è il portavoce del Movimento (che da giugno segue da vicino il premier Giuseppe Conte). Eppure – scherzo del destino – qualche anno fa Foa criticava duramente Casalino.

Marcello Foa se la prendeva con Rocco Casalino, «conosciuto più come partecipante al Gf»

Era il 2014. Il 4 febbraio sul suo blog sul sito del Giornale il giornalista elencava gli errori compiuti dai pentastellati nella comunicazione e se la prendeva con il portavoce del Movimento per aver attaccato la conduttrice Daria Bignardi, colpevole – secondo Casalino – di aver posto domande in tv sul padre fascista di Alessandro Di Battista. Foa parlava precisamente di «attacco improvvido e assai sciocco di un personaggio pubblico, Rocco Casalino, che gli italiani conoscono più come partecipante al Grande Fratello che come (inverosimile) portavoce del Movimento, alla giornalista Daria Bignardi (che con le domande insistite sul padre fascista di Di Battista cercava visibilmente la provocazione)». Chissà se ha cambiato idea.

(Foto di copertina da archivio Ansa)