L’uomo più potente d’Italia, su Facebook, è un muratore disoccupato di 52 anni

di Redazione | 17/09/2018

francesco gangemi

Ha 52 anni, vive a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, ed è un muratore disoccupato, senza lavoro dal 2011, l’uomo più potente d’Italia su Facebook. Parliamo di Francesco Gangemi, gestore della pagina ‘Sputtaniamotutti’, una bacheca dalla quale sono stati lanciati post virali da un milione e mezzo di interazioni al mese. La sua storia viene raccontata oggi dal Corriere della Sera, in un articolo di Federico Fubini. Diventato una sorta di ‘influencer’ politico, Gangemi ha raggiunto con i suoi brevi messaggi, scritti a stampatello e quasi sempre accompagnati da immagini, decine di milioni di italiani superando la visibilità di un’autorevole testata o opinionista. Superando qualsiasi leader di partito.

Francesco Gangemi, muratore e influencer ‘politico’: su Facebook milioni di interazioni

Il trucco è noto. Nei post spuntano frasi semplici ma cariche di rabbia o indignazione, spesso fuorvianti, talvolta offensive. Gli utenti apprezzano e condividono anche sui propri diari, commentano, aprono una discussione. L’algoritmo premia con la visibilità. Nuovi contenuti si aggiungono e fanno aumentare l’audience. Il livello di alfabetizzazione è quello di un allievo di scuola primaria. «Lo Stato italiano io no lo riconosco», è il messaggio di Gangemi, scritto e riscritto con diverse formule. Accuse ai politici, soprattutto. Facendo il pieno di ‘Mi piace’ ed altre razioni positive. «Meno scrivi e più cammini. L’alogirtmo di Facebook, quello che fa viaggiare i contenuti, è ignoto e anche abbastanza ignorante», ha spiegato l’influencer al Corriere.

Gangemi, dopo un periodo di cassa integrazione, oggi vive con la pensione della mamma. Si ritrova a ricominciare dall’inizio la sua esperienza social. La pagina più frequentata che aveva, ‘Sputtianiamotutti.com’ è stata chiusa, e lui ha rilanciato con la terza della serie, ‘sputtianiamotutti3‘. Il milione e mezzo di interazioni ottenuto gli hanno consentito di superare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e battere di gran lunga Beppe Grillo, Pd, Marco Travaglio. Nelle prime due edizioni di ‘Sputtianiamtutti’ in qualche caso un solo post è arrivato ad avere fino a 10 milioni di lettori. Non si dice attivista politico, Gangemi, dice che la politica non gli interessa, nonostante il contenuto politico delle sue pagine. E di sfruttare Facebook solo per sopravvivere, di riuscire a guadagnare circa 600 euro quando va bene. La linea pro-governo sarebbe quindi una necessità, perché oggi è in quella direzione che tira il vento. «Se faccio un post a favore di Renzi al massimo ottengo un click, se scrivo contro gli immigrati viaggio molto di più. Siamo battelli a vela, cerchiamo di capire dove va il vento», ha detto al Corriere.

(Foto di copertina Zumapress da archivio Ansa. Credit immagine: Michael Candelori / Pacific Press via ZUMA Wire)

TAG: Facebook