Renzi
|

Renzi ha detto che Lega e M5S sono i diretti responsabili dell’attacco web a Mattarella

In un’intervista rilasciata a Jacopo Iacoboni de La Stampa, l’ex segretario del Partito democratico Matteo Renzi ha dichiarato che l’attacco web che ha visto coinvolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha due chiari colpevoli: Movimento 5 Stelle e Lega. L’episodio risale all’ultima domenica di maggio, quando il capo politico del M5S Luigi Di Maio aveva paventato la possibilità d’impeachment per il capo dello Stato.

LEGGI ANCHE > I Brexiters non hanno ingannato nessuno, la sentenza chiude la diatriba

Renzi contro Movimento 5 Stelle e Lega

C’è in giro in Italia una cultura del manganello online e dell’odio che è stata ingegnerizzata, organizzata, e la responsabilità politica è chiara, dei 5 Stelle e della Lega“, ha dichiarato Renzi, che poi ha proseguito sull’affaire Mattarella: “Nell’operazione contro Sergio Mattarella, i troll che hanno minacciato e insultato online il presidente della Repubblica non li hanno fatti i russi, sono stati fatti in Italia. Sul caso c’è un’indagine in corso, e sulle responsabilità giudiziarie bisogna rispettare il magistrato. Ma la responsabilità politica è del M5S. L’ultima domenica di maggio, il 27, mentre Di Maio in diretta tv da Fabio Fazio annunciava che il M5S avrebbe chiesto l’impeachment per Mattarella, e contemporaneamente decollavano alcuni hashtag con tweet violenti e pericolosissimi, si è scatenata un’aggressione online senza precedenti contro il presidente della Repubblica. La responsabilità politica è chiara“.

Renzi, future alleanze per europee 2019

Successivamente Renzi ha anche parlato della possibile, futura alleanza internazionale in vista delle europee di maggio 2019: “Io vorrei dentro anche Tsipras, un fronte da Macron a Tsipras. Se ci sarà un candidato socialista, vorrei uno capace di dialogare con tutti, uno come Frans Timmermans, di cui abbiamo parlato anche con Minniti di recente, sarebbe un ottimo candidato“.

(Foto credits: Ansa)