Eroina a pochi metri dal bruco mela, la furia dei vicentini per il video choc

di Gaia Mellone | 12/09/2018

eroina bruco mela vicenza

A Vicenza durante la settimana dell’8 settembre, giorno in cui si festeggia la madonna di Monte Berico patrono della città, una delle zone più pericolose della città si popola di giostre, famiglie e bambini. Un’appuntamento fisso per i cittadini, e anche per gli eroinomani, come si vede in un video choc.

Bruco mela e cocaina, il video

A riportarlo è un video caricato sulla pagina “Vicenza ai Vicentini“, dove si vede un gruppo di giovani fare uso di droga con siringa a pochi metri da una delle attrazioni principali delle giostre, il Bruco Mela, una sorta di montagne russe per i bambini più piccoli. Nonostante Campo Marzio sia una delle zone più difficili della città, tra spaccio, risse e accoltellamenti in pieno giorno, non si vedono forze dell’ordine intervenire. Il nuovo sindaco Francesco Rucco, la cui candidatura era stata fortemente supportata proprio dal movimento Vicenza ai Vicentini, aveva fatto della rivalutazione della zona in pieno centro uno degli stendardi della sua campagna, e una delle sue prime iniziative era stata proprio quella di intensificare i controlli, arrivando a far intervenire l’esercito.

Per garantire la sicurezza ritornano “le sentinelle”

Il lungo viale di fronte alla stazione è conosciuto per essere zona di bivacco e spaccio, motivo per cui da anni si cerca di promuovere iniziative culturali per allontanare i gruppi di criminali, le cui bande spesso arrivano a picchiarsi e accoltellarsi in pieno giorno – anni fa ci fu addirittura un’aggressione con un machete. Eppure, in occasione dell’arrivo dei giostrai, solitamente richiamo per i vicentini più piccoli, non c’è stato incremento dei controlli. Tanto che la stessa comunità Fb aveva rilanciato “le sentinelle“: in pratica, delle ronde pacifiche di sorveglianza. Si impegnano nel «controllo del vicinato» per garantire la sicurezza laddove le forze dell’ordine «levano le ancore»: dalle 20.30 fino a mezzanotte gruppi di volontari si rendono operativi er controllare «lo stato di degrado» e «garantire la sicurezza».

LEGGI ANCHE >Il necrologio di Mussolini sul Giornale di Vicenza: «Un Rosario per ricordare il Duce»

(credits immagine di copertina: screen dal video pubblicato su Facebook dal gruppo “Vicenza ai vicentini“)

TAG: Vicenza