Eros Ramazzotti: «Avevo la tessera del Pci, ma ho votato M5S. Salvini smaschera l’ipocrisia»

di Redazione | 12/09/2018

Eros Ramazzotti

Un nuovo album – Vita ce n’è – in uscita il prossimo 23 novembre, un tour nelle principali città italiane e la voglia di dire la sua sul panorama politico attuale del nostro Paese. Eros Ramazzotti confida ai microfoni di Vanity Fair le sue scelte nella cabina elettorale ed esprime un giudizio di merito su quanto sta accadendo in Italia con il governo M5S e Lega.

LEGGI ANCHE > Eros Ramazzotti si sfoga su Instagram: «Aurora raccomandata? Mi viene da ridere»

Eros Ramazzotti, il passato comunista e il voto al Movimento 5 Stelle

«Mio padre era comunista – ha detto Ramazzotti – e credeva che ognuno avesse diritto a un pezzo di terra. Anche io ho avuto la tessera del Pci per alcuni mesi, ma alle ultime elezioni ho votato per il Movimento 5 Stelle. E sono sicuro che lo rifarei ancora».

Lo rifarebbe, dunque, nonostante l’imprevista alleanza con Matteo Salvini per la formazione del nuovo esecutivo: «Il leader della Lega può anche avere dei modi che non piacciono a tutti – ha detto Ramazzotti -, ma smaschera l’ipocrisia». Eros Ramazzotti, 55 anni tra un mese, svela così il suo inedito «lato populista».

Eros Ramazzotti come Cristiano Ronaldo: «Anch’io faccio girare l’economia»

Inoltre, continua – con uno sguardo a 360° sui fatti d’attualità italiani – a parlare anche di sport intrecciato alla politica. Poteva non parlare dell’ultimo acquisto della Juventus, Cristiano Ronaldo? Ramazzotti difende l’attaccante portoghese dalle critiche ricevute, sostenendo che la trattativa portata avanti dalla Juventus abbia uno scopo ben preciso: «Fa girare il denaro, crea un indotto, scuote il mercato, dà lavoro a tanta gente – ha detto il cantante -. Criticarlo è demenziale. Con i social adesso si dà addosso a chiunque, ma aggredire chi procura introiti è autolesionista. L’hanno fatto anche con me e posso dire che anche io come Ronaldo muovo una piccola economia che fa bene a qualcuno».

FOTO: ANSA/MOURAD BALTI TOUATI