Castellammare di Stabia (Napoli), dottoressa aggredita da un paziente in ospedale

di Redazione | 11/09/2018

dottoressa aggredita

Dottoressa aggredita mentre era al lavoro al pronto soccorso. È accaduto nella notte, all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. La donna ha riportato la frattura del polso destro e lesioni varie. Per lei una prognosi di 30 giorni.

Dottoressa aggredita in ospedale a Castellammare di Stabia, Napoli: frattura del polso

La dottoressa, medico di turno, 67 anni, è stata colpita da un paziente andato in escandescenze, che ha lanciato oggetti tentando di colpire anche altro personale sanitario che tentava di placarlo. Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe rotto il vetro della reception e aggredito il personale, ferendo il medico, e aggredendo anche una guardia giurata. L’arrivo della polizia del locale commissariato ha poi riportato la situazione alla calma. L’aggressore è stato denunciato per lesioni, danneggiamento di arredo pubblico ed interruzione di pubblico servizio. Era stato trasportato in pronto soccorso con un mezzo del 118. La dottoressa invece è stata soccorsa e medicata dai suoi colleghi. Anche la guardia giurata ha riportato traumi e contusioni, provando a frapporsi tra l’aggressore e la vittima.

È da tempo che i sindacati da tempo denunciano lo stato di costante pericolo in cui si trova il personale medico e paramedico del pronto soccorso di Castellammare di Stabia. Dall’azienda sanitaria, la Asl Napoli 3 Sud, sostengono intanto che «da tempo il tema della sicurezza in alcuni reparti è centrale».

(Foto di copertina da archivio Ansa: l’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Credit immagine: ANSA / CIRO FUSCO)

TAG: Napoli