serena williams
|

«La vignetta su Serena Williams è razzista»: bufera su un disegnatore australiano

Mark Knight, vignettista australiano del quotidiano Herald Sun, è stato duramente criticato per una vignetta considerata razzista su Serena Williams, la star del tennis che sabato scorso durante la finale degli Us Open è stata protagonista di una sfuriata in campo contro l’arbitro per alcune penalità subite. La caricatura della campionessa statunitense è stata condannata innanzitutto dall’attivista per i diritti civili Jesse Jackson, dalla scrittrice J. K. Rowling e da numerose emittenti sportive e giornalisti.

 

 

«Vignetta razzista su Serena Williams»: criticato il disegnatore australiano Mark Knight

Secondo i critici il modo in cui Knight ha rappresentato Serena Williams nel suo disegno – per deridere la furia della tennista durante il match perso contro la 20enne giapponese Naomi Osaka – ricorderebbe le illustrazioni durante il periodo delle leggi Jim Crow, emanate negli Stati Uniti nel 19esimo e 20esimo secolo, fino agli anni ’60, per mantenere la segregazione razziale. È stato notato che la campionessa nella vignetta ha tratti che ricordano le caricature di quella era. Sarebbero stati accentuati i tratti afroamericani mentre l’avversaria – anche lei dalla pelle nera – è stata rappresentata come una donna di carnagione chiara. L’autore satirico, dal canto suo, ha risposto alle critiche sostenendo di non aver realizzato una vignetta «sulla razza» e definendo «ingiusta» la reazione sui social network.

 

serena williams
(Immagine: la vignetta di Mark Knight. Fonte: Twitter)

 

(Immagine di copertina: screenshot da Twitter)