Trump Woodward
|

Trump si scaglia contro Bob Woodward: «Il suo libro è basato su bugie»

Il libro giornalista americano Bob Woodward – famoso, tra le altre cose, per aver partecipato all’inchiesta del Watergate – ancora deve uscire nelle librerie, ma già ha scosso i piani alti della politica americana. L’obiettivo della sua ultima opera letteraria è quello di parlare delle gesta del Presidente Donald Trump. Di positivo non c’è nulla, anzi. Dai racconti di Woodward vengono messi in luce alcuni retroscena sul numero uno della Casa Bianca e il tycoon è passato al contrattacco definendolo un bugiardo.

LEGGI ANCHE > Donald Trump: «Rischio violenza se vincono i dem. Gli antifascisti i più pericolosi»

«Il tycoon è uno squilibrato. E anche un idiota. È inutile tentare di convincerlo di qualsiasi cosa. È andato fuori controllo. Siamo in Crazytown», ha detto Bob Woodward ai suoi colleghi. Le sue esternazioni hanno fatto il giro del mondo, fino ad arrivare ai cancelli della Casa Bianca, provocando le ire di Donald Trump che, con un tweet al veleno, ha provato a screditare il lavoro del giornalista.

 

Trump Woodward, «Fear: Trump in the White House» in vendita dall’11 settembre

Nella sua esternazione sul proprio profilo Twitter, Donald Trump spiega che il Segretario della Difesa James Mattis e il Capo di Stato Maggiore John Kelly hanno già smentito di aver mai rilasciato le dichiarazioni riportate da Woodward nel suo «Fear: Trump in the White House» (in vendita dall’11 settembre) e che il suo libro è pieno di bugie, accusando il giornalista di essere pagato dai Democratici per screditarlo in vista delle elezioni di midterm in programma a novembre.

Trump Woodward, la risposta su Twitter alle accuse del due volte Premio Pulitzer

Nel suo libro, il giornalista del Washington Post ha svelato alcuni retroscena sul Donald Trump Presidente: da alcuni dettagli sul Russiagate, al colpo di Stato amministrativo fatto dal suo ex consigliere economico Gary Cohn su Nafta e accordi commerciali con la Corea del Sud senza che il tycoon se ne accorgesse, fino ad alcune esternazioni fatte dallo stesso tycoon nei confronti del Segretario della Difesa. Accuse dalle quali Trump si difende sempre attraverso un tweet.

 

 

(foto di copertina:  Brian Cahn/ZUMA Wire)