Le immagini del tifone Jebi che ha colpito il Giappone

di Enzo Boldi | 04/09/2018

Tifone Jebi

Il Giappone è stato violentemente colpito dal tifone Jebi, il più potente degli ultimi 25 anni. Venti che hanno raggiunto i 215 km/h, oltre 500 millimetri di pioggia caduti in poche ore. Il bilancio, al momento, è di almeno 6 morti e centinaia di feriti con almeno un milione di persone che sono state evacuate dalle zone più critiche del Paese. Le immagini raccontano di onde altissime che hanno invaso le strade di acqua, colpendo e facendo ribaltare auto e camion, di sferzate violentissime che abbattono impalcature e ponteggi.

LEGGI ANCHE > La guerra civile in Libia e il ruolo della Francia di Macron

Oltre 750 i voli cancellati in tutto il Paese e sono stati sospesi anche molti servizi ferroviari. Il Giappone, di fatto, è isolato in questo momento per colpa del tifone Jebi. La prima vittima si è registrata nella città occidentale di Higashiomi, dove un uomo è rimasto sepolto sotto un magazzino crollato per le forti tempeste. La situazione critica si può vedere dal post pubblicato su Twitter dal profilo turco ÇapaMag Gündem.

 

Tifone Jebi, gravi conseguenze in mare e sulle strade

La forza delle sferzate di Jebi spazza via con sé tutto quello che incontra sul proprio cammino e le conseguenze non arrivano solo dalla terra ferma. Una petroliera ha colpito il ponte che collega l’aeroporto internazionale di Kansai e la città di Izumisano. La nave, che era stata ancorata nella baia di Osaka, è stata spinta verso il ponte a causa dei venti fortissimi che soffiavano a oltre 200 km/h. Situazione non migliore anche sulle strade del Giappone.

 

 

La situazione, per il momento, non si placa e il Giappone ancora non è in grado di fare la conta dei danni. L’intensità e la forza del Tifone Jebi appare evidente anche dal video pubblicato dagli americani di BNO News, con le immagini di una ruota panoramica spenta che inizia a girare vertiginosamente a causa dei forti venti.

 

 

(foto di copertina: Vna/Xinhua/ZUMAPRESS.com)