La bufala della morte di Roberto Burioni diffusa da una finta Newsletter del PD

di Enzo Boldi | 30/08/2018

Roberto Burioni ucciso

La notizia dell’uccisione di Roberto Burioni aveva scatenato il web e l’odio dei No Vax. Ma si trattava di una bufala. Nei giorni scorsi sui social era stata diffusa la bufala dell’omicidio del famoso immunologo, prodotta e costruita da una finto account che fingeva di essere la newsletter «Democratica» del PD. Ovviamente si trattava di un fake, denunciato dai dem. Burioni ha reagito su twitter con ironia.

LEGGI ANCHE > Donna assalita da clandestino e ridotta in fin di vita: la bufala diffusa su Facebook

 

«Tornano le Brigate Rosse, ucciso il virologo Roberto Burioni davanti alla sua abitazione», recitava il titolo della pagina fake della testata giornalistica. Ma l’immunologo ha tenuto a precisare – attraverso un tweet sul proprio account – che gode di un ottimo stato di salute nonostante i patemi calcistici di questo avvio di Campionato. «La notizia della mia morte è un’esagerazione – scrive l’immunologo -. Dopo le due sconfitte consecutive della Lazio mi si è infranto il cuore, ma sono ancora vivo».

Roberto Burioni ucciso, la bufala diffusa da una finta pagina del PD

La bufala è stata denunciata dallo stesso Partito Democratico, vittima a sua volta di questa pubblicazione fake. I «padri» di questa notizia, infatti, hanno creato una pagina che fingeva di essere «Democratica», la newsletter del PD. «Questa è ovviamente una fake news – scrive su Twitter Anna Ascani, capogruppo dem in Commissione cultura -. Gravissima, perché è di fatto una minaccia. Fatta utilizzando una testata giornalistica con un account Twitter creato per l’occasione. Basta fake news, basta minacce, basta odio in rete, basta manganellare online chi non è d’accordo con te».

Roberto Burioni ucciso, secondo attacco fake in pochi giorni

Non è la prima volta che i fomentatori dell’odio sul web pubblicano false notizie contro Roberto Burioni. Nelle settimane scorse, infatti, era stata diffusa la bufala di un commento dell’immunologo a difesa della famiglia Benetton dopo le polemiche per il crollo del Ponte Morandi di Genova. Come sottolinea il debunker David Puente, «Il gruppetto organizzato che sta attaccando Burioni è lo stesso che ha diffuso il fake contro di me».