Jesolo, Cartonato di un uomo di colore impiccato: «Per gli stupratori solo la pena di morte»

di Gaia Mellone | 28/08/2018

jesolo, cartonato di un uomo di colore impiccato

Pena di morte per gli strupratori”. questo il messaggio scritto nel cartello firmato Forza Nuova, che accompagna un cartonato di un uomo, di colore, impiccato. Il riferimento è alla vicenda del ragazzo senegalese che ha violentato una quindicenne a Jesolo, ma il sindaco della città Valerio Zoggia si dissocia e condanna il gesto.

LEGGI ANCHE >Stupro Jesolo, fermato giovane senegalese. Salvini: «Verme che non si può espellere»

Cartonato impiccato di colore, «unica soluzione la pena di morte»

La foto condivisa dal gruppo Forza Nuova Veneto mostra la sagoma apparsa nella notte di martedì sul molo di Jesolo e in piazza, ma molte altre sono state sparse in vari punti della località turistica, dove pochi giorni fa una giovane di 15 anni è stata violentata dal 25enne senegalese Mohamed Gueye, prontamente arrestato. In un secondo post sempre su Facebook, il gruppo ha pubblicato un lungo testo di critica verso la politica dell’accoglienza. «Alla luce dei recenti fatti di cronaca, dove gli invasori africani hanno creato un’epidemia di stupri, Forza Nuova indica la chiara necessità della difesa nazionale e patriottica –  si legge nel post – Laddove questo Stato mondialista condanna ad ogni genere di miseria e di pena gli italiani, i nazionalisti di Roberto Fiore danno un chiaro segnale: se qualche burocrate o massone ha deciso in qualche stanza che il popolo italiano deve morire, quello stesso popolo italiano darà dimostrazione di sapersi difendere, come mille volte ha fatto nella sua storia». Forza nuova si definisce «pronta ad avversare il caos dei centri sociali, teppaglia del mondialismo, è stata la nostra (e dove non sono pervenuti nè leghisti nè grillini)» e difende il gesto dimostrativo del cartonato.

(credits immagine di copertina: post condiviso dall’account Facebook Forza Nuova Veneto)