|

La psicologa dei minori sulla Diciotti: «Uno di loro detenuto per un anno, al buio»

La testimonianza di Nathalie Leiba, psicologa di MSF che ieri sera, a Catania, ha assistito alcuni dei 27 minori sbarcati dalla nave Diciotti.

LEGGI ANCHE > «Abbiamo accolto 27 scheletrini»

«Uno di loro non riusciva a vedere bene, aveva le pupille dilatate, mi ha raccontato di essere stato detenuto al buio per un anno» racconta Nathalie. «Questi bambini sono sopravvissuti alla Libia e a un terribile viaggio in mare, come tutte le persone bloccate da giorni a bordo. MSF chiede ancora una volta alle autorità italiane di permettere lo sbarco e l’accesso alle cure a tutti loro. II team medici e psicologici di MSF offrono supporto psicologico agli sbarchi in Sicilia e operano in vari centri di accoglienza secondaria in Sicilia».

TAG: Diciotti