barca
|

I deputati M5S liguri in barca a vela dopo i funerali di Genova

Parlamentari liguri del M5S in crociera in barca a vela dopo i funerali delle vittime del disastro di Genova. È diventata un caso la vacanza tra Capri, Ischia e Procida di tre deputati pentastellati a pochi giorni di distanza dal crollo del ponte Morandi che ha causato la morte di 43 persone e dalla giornata di lutto nazionale. Stando a quanto riportato dai giornali campani e dalle agenzie di stampa l’equipaggio che si è spostato nel golfo di Napoli era composto dal deputato Sergio Battelli, tesoriere del Movimento 5 Stelle, Marco Rizzone, anche lui eletto a Genova, e Simone Valente, savonese, sottosegretario alla presidenza del Consiglio. A loro per un paio di giorni si è aggregato anche Luigi Di Maio.

I deputati M5S liguri in barca a vela a Capri dopo i funerali di Genova

Battelli, il giorno dopo i funerali delle vittime del crollo del ponte Morandi, su Facebook scriveva: «Mentre ho ancora nel naso l’odore penetrante della polvere sprigionata dalle macerie e negli occhi impresse le immagini delle bare allineate, e dei peluche appoggiati su quelle bianche, non posso fare a meno di pensare a Genova, la mia città, diventata questa settimana la città di tutti gli italiani. E non posso fare a meno di pensare ai genovesi, noti solitamente per la loro ‘tirchieria’ e invece così solidali, partecipi, uniti. Non posso dimenticare le lacrime e gli abbracci della mia città ferita che reagisce e risorge». Il giorno successivo, lo stesso Battelli ha pubblicato su Instagram alcune foto che lo ritraggono sulla barca della Sailing Sicily (la Bavaria Cuiser 51 aurelia, imbarcazione di 15 metri), con il messaggio: «One day in Capri. Che figata ragazzi. l’Italia è meravigliosa!».

 

One day in #Capri. Che figata ragazzi. l’Italia è meravigliosa!

Un post condiviso da Sergio Battelli (@sergiobattelli) in data:

 

Le frecciate degli avversari non si sono fatte attendere. Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi parlamentari di Forza Italia, anche lui deputato eletto in Liguria, come riporta oggi il quotidiano Il Secolo XIX, ha alimentato lo sdegno: «Volevano riposarsi? Potevano restare in Liguria per dare un segnale di vicinanza a una terra in ginocchio che si deve rialzare». «Non è in discussione un diritto – ha detto ancora il parlamentare di centrodestra – ma il dovere di stare al capezzale di una città e di una regione».

(Immagine di copertina dal profilo Instagram di Sergio Battelli)

TAG: M5S